Il Tour of the Alps 2019, sempre più ambito

Tour of the Alps la corsa a tappe che in pochi anni si è ritagliata uno spazio importante nel calendario dei professionisti. Cinque tappe e oltre 13000 mdsl, dal 22 al 26 Aprile.

16/04/2019
scritto da Alberto Fossati

La corsa a tappe Euroregionale (22-26 Aprile) è stata presentata ufficialmente a Trento, esattamente ad una settimana dal “Grand Depart” di Kufstein. Il Tour of the Alps 2019  dedica la Maglia Rossa (traguardi volanti)  alla campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale lanciata dall’ACCPI. Il Tour of the Alps, la breve corsa a tappe che gioca un ruolo di primaria importanza per i corridori che si approcciano al Giro d’Italia con ambizioni forti. Poderosa la copertura mediatica che porterà l’evento in oltre 100 Paesi al Mondo tra diretta, differita e “on demand”. Annunciato l’esordio della prima moto elettrica in corsa.

La prima moto elettrica in corsa debutterà proprio al Tour of the Alps

In occasione della quarta tappa (Baselga di Piné-Cles, 134 Km), una moto a propulsore elettrico, una “Energica EsseEsse9 Neutra” adatta al trasporto di due persone, sarà per la prima volta integrata al servizio di motostaffette. La moto elettrica sarà assegnata alla funzione di segnalazione dei distacchi agli atleti in corsa. Le novità però non finiscono qui, perché il roster dei partecipante è di primissimo livello: ci saranno 140 corridori al via di questa edizione del Tour of the Alps, con venti formazioni  e come scritto in precedenza, tanti protagonisti dei grandi giri, tra cui Vincenzo Nibali e Chris Froome. Cinque team del circuito World Tour: oltre a Team Sky e Bahrain-Merida, saranno protagoniste la francese AG2R-La Mondiale, la tedesca Bora-hansgrohe, capitanata dal polacco Rafal Majka, e la formazione kazaka Astana Pro Team, vincitrice di tre tappe nella scorsa edizione, e guidata dallo spagnolo Pello Bilbao, primo leader della scorsa edizione. Il line-up di Kufstein è completato da nove formazioni Professional – le italiane Androni-Sidermec, Bardiani-CSF e Nippo-Fantini-Faizanè e Neri-Selle Italia-KTM, le spagnole Euskadi-Murias e Caja Rural Seguros-RGA, la francese Arkea-Samsic, la russa Gazprom-Rusvelo, e la colombiana Manzana-Postobon, – la squadra Nazionale Italiana e cinque formazioni Continental – l’italiana Team Colpack, la romena Giotti Victoria-Palomar e tre austriache, Tirol Cycling Team, Felbermayr-Simplon-Wels e Team Vorarlberg-Santic.

Vincenzo Nibali

CINQUE TAPPE, 13000 METRI DI DISLIVELLO

Ecco il programma del Tour of the Alps 2019: 711 km divisi su cinque tappe, con 10 Gran Premi della Montagna e complessivi 13.630 metri di dislivello.

Lunedì 22 Aprile 2019

1a tappa: Kufstein – Kufstein 144,0 km, 2.100 mt di dislivello

Difficoltà: **

Martedì 23 Aprile 2019

2a tappa: Reith im Alpbachtal – Scena 178,7 km, 3.050 mt di dislivello

Difficoltà: *****

Mercoledì 24 Aprile 2019

3a tappa: Salorno – Baselga di Pinè 106,3 km, 2.650 mt di dislivello

Difficoltà: ***

Giovedì 25 Aprile 2019

4a tappa: Baselga di Pinè – Cles 134,0 km, 2.730 mt di dislivello

Difficoltà: ***

Venerdì 26 Aprile 2019

5a tappa: Caldaro – Bolzano 147,8 km, 3.100 mt di dislivello

Difficoltà: ***

photo credits bettiniphoto

tourofthealps.eu

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti