Lapierre hybrid road e-Xelius con unità Fazua

Lapierre presenta la sua e-road, leggera e performante. La e-Xelius SL600 combina il family design Xelius con la totale integrazione della batteria Fazua.

26/11/2019
scritto da Alberto Fossati

Nasce la gamma di bici e-road del marchio francese, uno dei leader e riferimento nel settore fuoristrada e-mtb. Lepierre entra con forza anche del settore e-road hybrid con la e-Xelius con due modelli, la SL600 e la SL600w, quest’ultima con geometria  specifica per le donne.

Lapierre è una delle aziende che hanno sempre creduto nella tecnologia della bici con assistenza alla pedalata. Il brand transalpino è stato uno dei primi a sviluppare diversi prodotti per differenti esigenze e utilizzi, forte di una stretta collaborazione con i fornitori delle unità elettriche, capace di presentare un listino davvero ampio.

Una tradizionale e una specifica per le donne

Oggi il catalogo si amplia ulteriormente, grazie a due modelli e-road che nascono dalla piattaforma Xelius SL, la superleggera e top di gamma, apprezzata da scalatori e amanti delle bici leggere. eXelius SL600 e SL600w, entrambe con frame in carbonio unidirezionale, con i freni a disco e supportate dal drive pack Fazua Evation 1.0. La prima tradizionale, dedicata ai pedalatori e macinatori di chilometri, la seconda con una geometria specifica per il pubblico femminile. Vediamo nel dettaglio i due modelli Lapierre del segmento e-road.

Un dettaglio della versione woman.

eXelius SL600

Il telaio e la forcella sono costruiti con la tecnologia monoscocca grazie alla fibra unidirezionale (UD Superlight), con il tipico design comune ai progetti Xelius.  Foderi obliqui posteriore sono un vero e proprio prolungamento della tubazione orizzontale, staccati e indipendenti dal piantone. In questo modo si ottiene comodità, reattività e stabilità, oltre ad un design unico nel suo genere.

Entrambi i modelli nascono naturalmente per i freni a disco. L’unità elettrica è affidata ai tedeschi di Fazua, con il modello Evation 1.0, totalmente integrato nel telaio della bici. La batteria è un tutt’uno con il tubo obliquo, mentre il motore è nella zona del movimento centrale. Qui un altro dettaglio di pregio, non comune a questa categoria. La pedivella drive side ha due corone, un doppio plateau 50/34, che conferma la volontà di rendere la eXelius il più versatile possibile. La trasmissione è un misto tra Shimano Ultegra e 105.

Il cockpit (stem, piega e seat-post da 27,2 mm di diametro) è in alluminio e firmato Lapierre. Le ruote sono DT Swiss  ER1600 Dicut con predisposizione tubeless. Il peso della bici dichiarato è di 13,9 kg e il prezzo di listino si attesta a 5089 euro. Ben cinque le taglie disponibili: xs, s, m, l e xl.

eXelius SL600w

dal punto di vista costruttivo il telaio della Lapierre e-road è uguale alla versione maschile. Una forcella full carbon e una frame in carbonio monoscocca ottenuto grazie alla tecnologia 3D Tubular. Le differenze principali tra le due biciclette sono alcuni componenti dell’allestimento, le geometrie, la disponibilità delle taglie e le colorazioni.

In merito alla componentistica un esempio è la sella, in questo caso viene utilizzata la Arione Donna di Fi’zi:k. Le geometrie permettono di adeguarsi al meglio alle forme e alle esigenze femminili, con le due taglie disponibili (M e L) che coprono un range da 155 a 172 cm di altezza. Il prezo è il medesimo della versione maschile, 5089 euro.

lapierrebikes.it

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti