Scopriamo come è fatto un motore Fazua integrato

Fazua è ancora oggi una delle unità elettriche di supporto alla pedalata totalmente integrate nel telaio. Andiamo a scoprire come è fatto un Fazua.

20/11/2019
scritto da Alberto Fossati

Con sede a Monaco di Baviera, Fazua è una giovane azienda che ha iniziato a muovere i primi passi nel campo delle e-bike nel 2013. Fin da subito la maggior parte delle energie  e risorse sono state indirizzate nella ricerca e sviluppo, con l’obiettivo di ottenere un prodotto diverso da quelli presenti in commercio fino ad allora.

RoAD BIKE CONNECTION FALL – Girona – Espana – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Come una bici tradizionale

Gli studi dei tecnici Fazua si sono concentrati sul design e sulle performances in fatto di erogazione della potenza. L’unità di supporto alla pedalata doveva avere quel feeling e naturalezza tipico dei modelli tradizionali, quasi come pedalare su una bici tradizionale. Da questa filosofia è nato Evation, un Drive System leggerissimo (solo 3,3 kg) che permette ai costruttori di poterlo integrare nel tubo obliquo del telaio, rendendo la bicicletta discreta, al pari di un modello road con tubazione obliqua oversize, con un look quasi canonico.

Simbolo dell’evoluzione della specie

Proprio grazie all’azienda tedesca si è dato il via ufficiale all’integrazione dell’unità elettrica nei telai ma anche ad una certa eleganza del pacchetto elettrico. Fazua Evation ha un design sfinato, quasi elegante. Prima di Fazua, nessuno aveva azzardato e proposto un’integrazione dei componenti (motore, batteria e centralina) così “estremizzata”, obbligando ad una svolta importante lo stesso design delle e-bike.

RoAD BIKE CONNECTION FALL – Girona – Espana – Photo @6stili #6stili – www.luigisestili.com

Ingombri e peso contenuto non sono i soli punti di forza di Evation.

Oltre il limite legale di 25 km/h il motore si disinserisce dal movimento centrale grazie ad un’apposita frizione. La bici avanza senza alcun tipo di attrito e con una sensazione di pedalata assolutamente naturale. Inoltre, se si volesse utilizzare la propria bike in modalità classica, con i pedali, è disponibile un kit “hybrid”.

Il Kit Hybrid di Fazua, permette di sostituire il motore con un carter di alluminio. Questa soluzione permette di ridurre il peso di oltre 2 kg ed avere allo stesso tempo a disposizione due tipologie di bici in una. Da notare che Fazua equipaggia 62 modelli per oltre 40 marchi e offre la possibilità di equipaggiare qualunque tipologia di bicicletta. Road, gravel e mtb, oltre che commuter, tutto viene prodotto nell’impianto di Monaco. Le batterie sono sviluppate e fornite da un’azienda esterna di Stoccarda, ma strettamente collaborante con la loro realtà.

Una Curiosità: ogni dipendente, a prescindere dal ruolo ricoperto in azienda, nella prima settimana di occupazione viene impiegato nel reparto di produzione. Questo per far apprendere il corretto funzionamento e filosofia del prodotto e per avere una visione d’insieme completa.

a cura della redazione tecnica, di Ricky Zacchi, foto 6Stili per Bikeconnection fall Girona 2019.

I nostri test con le eBike motorizzate Fazua

Test: Lapierre eZesty AM LTD Ultimate

Short Test: Look e-765 Gravel Force 1x

Short Test: Look e-765 Optimum Ultegra Di2

fazua.com

Potrebbe interessarti anche

Commenti