Home Ciclismo Tecnica Alaphilippe, analizziamo il suo equipaggiamento

Alaphilippe, analizziamo il suo equipaggiamento

0
Alaphilippe, analizziamo il suo equipaggiamento
Julian Alaphilippe, bis mondiale in terra belga.

Il bis iridato di Alaphilippe, inaspettato per alcuni, ma non per gli addetti ai lavori e per l’entourage del Team Deceuninck-Quick Step. Da ricordare inoltre, che Julian ha affrontato un periodo di stacco quasi totale nell’immediato post Tour de France e non ha disputato le Olimpiadi di Tokyo. Noi però, vogliamo analizzare l’equipaggiamento tecnico dell’atleta francese, bicicletta e indumenti tecnici.

Alaphilippe, analizziamo il suo equipaggiamento

La bici due volte campione del mondo Alaphilippe

Partendo proprio dal mezzo meccanico Specialized Tarmac SL7 S-Works in taglia 52.

  • Il frame-kit non è il medesimo che ha utilizzato Alaphilippe nel corso della stagione con i colori dell’iride. Pur avendo le stesse caratteristiche tecniche di base, la livrea riprende quella ufficiale del team diretto da Lefevre, con una colorazione nero/blu.
  • L’avantreno, si nota lo stem da 100 mm di lunghezza, in alluminio e marchiato S-Works Specialized (quello standard ed incluso nel kit Tarmac SL7 S-Works). Lo stesso attacco manubrio non è in battuta sulla tubazione dello sterzo, ma è presente uno spessore da 1 cm.
  • La piega è la Pro Vibe Carbon con larghezza di 40 mm. Da notare inoltre l’inclinazione del manubrio, con le curve allineate al terreno (in bolla) e che non seguono la linea della tubazione orizzontale.
  • Le ruote sono le Roval con cerchio full carbon da 51 mm (la larghezza totale del cerchio è di 35 mm) di altezza, canale interno da 21 mm che si interfaccia alla perfezione con gli pneumatici da 26 millimetri di sezione. Alaphilippe ha utilizzato i clincher Turbo Cotton da 320Tpi (320 fili per pollice quadrato).
  • Il diametro dei dischi dell’impianto frenante sono 160 mm per l’anteriore, 140 per il retrotreno.

Alaphilippe, analizziamo il suo equipaggiamento

  • Scorrendo verso il centro e la parte posteriore della bicicletta, notiamo il modello Romin Evo per la sella (una sorta di versione team con la S di colore bianca), nella versione S-Works (i suoi rails sono in carbonio Fact). La sua lunghezza è standard (non è una sella corta), mentre ha una larghezza di 143 mm. Alaphilippe adotta una posizione molto equilibrata in bicicletta e non ha un’avanzamento estremizzato della sella.
  • La trasmissione è Shimano Dura Ace 11v, con la scala pignoni 11/30 e il doppio plateau anteriore 53/39 (non di rado utilizza la corona più grande con 40 denti). C’é anche il power meter Shimano.

 

Cosa ha indossato Alaphilippe

Il casco Specialized S-Works Evade nella colorazione ufficiale del team e occhiali Oakley Radar. Anche le calzature sono firmate Specy, con il modello Ares. Da sottolineare che Alaphilippe utilizza il plantare customizzato Retul.

Alaphilippe, analizziamo il suo equipaggiamento

Non ha indossato il body, ma il kit Alé shirt+salopette della linea PR-S, acronimo di Pro Race System; c’é anche un pò di Italia sul gradino più alto del podio. Il segmento PR-S di Alé Cycling nasce dalla collaborazione con i team pro ed è caratterizzata da una vestibilità racing fit, da un’eccellente aerodinamica e tagli ridotti ridotti al minimo, oltre a cuciture piatte che aumentano la qualità del comfort.

Alaphilippe, analizziamo il suo equipaggiamento

A cura della redazione tecnica, immagini courtesy Alé Cycling e Specialized (Tornanti.cc e Cauldphoto.

4actionsport.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement