Pubblicità
Home Ciclismo News BH Bikes presenta la G8 integrazione aerodinamica
Pubblicità

BH Bikes presenta la G8 integrazione aerodinamica

0

La generazione G di BH evolve ancora, per unire aerodinamica, design, integrazione, peso ridotto e freni a disco.

Il segmento G dell’azienda basca rappresenta da sempre una delle massime piattaforme dedicate alla ricerca aerodinamica. Citiamo il modello G6, una delle prime a mettere in mostra un carro con foderi obliqui ribassati, geometrie molto compatte e una vocazione corsaiola di altissimo livello. La G7, un progetto disc e calipers, una delle aero concept con sistema frenante di nuova generazione che abbiamo avuto l’occasione di testare, aggressive nei percorsi veloci, gratificante in salita. Ecco che arriva l’ultima evoluzione, la G8, progettata per far collimare al meglio tutte le conoscenze che arrivano dal passato, con le tecnologie più moderne, in termini di design, aerodinamica e lavorazione del carbonio.

Il telaio è un monoscocca in carbonio con soluzione HCIM (Hollow Core Internal Molding), un processo che permette di contrallare in modo costante gli spessori in tutte le fasi di costruzione. Questo permette di avere un materiale integro in tutte le sue parti, senza imperfezioni a vantaggio di sicurezza e performance tecnica. Il metodo inoltre, permette di eliminare materiale superfluo all’interno dei profilati. Rispetto alla versione G7, il carro posteriore è stato riprogettato, per tre motivi principali.

I foderi sono più sottili e asimmetrici per un feeling di guida migliore nelle differenti situazioni. Una migliore integrazione delle pinze per il freno a disco. Uno spazio adeguato per il passaggio di coperture fino a 700x28c. A questi dettagli vanno aggiunti i nuovi perni passanti da 12 mm con un disegno rivisto, minimale e che permette di risparmiare qualche grammo (diametro da 12 mm anteriore e posteriore). Il morsetto di chiusura per il seat-post è nascosto nel frame, con una sorta di semi integrato, tanto efficace in fatto di rigidità e penetrazione dello spazio, quanto semplice da gestire da parte dell’utente stesso.

Tutti i cavi scorrono all’interno dei tubi, a partire dal manubrio aero Vision. Le quote geometriche sono molto simili a quelle del progetto G7, caratterizzate da una bici corta e compatta ma con uno sterzo leggermente più alto.

Cinque le taglie disponibili per tre allestimenti: 7.5 (8999,90 euro), 7.0 (5999,90 euro), 6.0 (3999,90 euro). Anche il progetto G8 fa parte di MyBH Unique, per una personalizzazione delle colorazioni tramite il sito ufficiale BH Bikes.

bhbikes.com  

Articolo precedenteTorbole 293 Italian Week
Articolo successivoElectric Snake lancia le eBike in Val di Sole
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement