Pubblicità
Home Ciclismo Eventi Bormio e lo Stelvio, con la bicicletta sempre protagonista
Pubblicità

Bormio e lo Stelvio, con la bicicletta sempre protagonista

0

Granfondo_copyright_matteocappe.com_2

È stato il traguardo principe del Giro d’Italia, con quasi 200 ciclisti, appartenenti a 22 squadre, che hanno percorso i 139 km del Passo Stelvio e del Passo Gavia, due delle salite più impegnative delle Alpi, quest’anno insieme nella stessa tappa (era il 16 giugno): la vittoria è andata a Nairo Quintana (COL) del Team Movistar, in grado di combattere il vento e la neve meglio di chiunque altro. Ma i mitici Stelvio, Gavia e Mortirolo non sono accessibili esclusivamente ai professionisti: migliaia di ciclisti amatori hanno realizzato il proprio sogno nel 2014, scalandone i tornanti e affrontando salite con pendenze fino al 18%. Solo una settimana dopo la tappa del Giro, ad esempio, 1.300 appassionati hanno preso parte alla Granfondo Stelvio Santini. Igor Zanotti (ITA), del Team Zapp.02 New, è stato il più veloce a conquistare lo Stelvio dopo aver percorso 1.553 metri di dislivello in salita, tra cui alcuni tratti particolarmente impegnativi del Mortirolo.

Granfondo_copyright_matteocappe.com

Altro successo della stagione è stato il Mapei Day-Re Stelvio (13 luglio): 1.800 ciclisti, 700 corridori e atleti di ski roll hanno partecipato all’evento, affrontando i 21 km da Bormio fino al Passo Stelvio. Un evento simile, la gara di beneficenza “Passo dello Stelvio”, ha visto la presenza di 1.800 atleti e 500 ciclisti, che hanno percorso la strada del Gavia e i tornanti dello Stelvio durante una tappa dell’”Haute Route Dolomiti Alpes Suisses”. A chiudere la stagione, il 20-21 settembre, la Rhxdue, con la possibilità per tutti di pedalare insieme ad Alberto Contador: più di mille persone sono arrivate a Bormio per conquistare Gavia e Mortirolo fianco a fianco al famoso campione spagnolo.

Mapei_by_Alberto Urbani

Tantissime, come sempre, le uscite organizzate sulle strade e sui passi della zona di Bormio. Durante questa stagione, è stata inaugurata anche la “Stelvio Experience”, con la possibilità di salire in gruppo i 40 tornanti dello Stelvio (ogni giovedì), mentre un furgone si occupava di trasportare le sacche dei partecipanti. E a fine giornata, per “compensare” tutte queste fatiche, le calde acque termali di Bormio e le deliziose specialità gastronomiche valtellinesi, dalla bresaola ai pizzoccheri, fino alle ottime birre locali. Per il prossimo anno il calendario degli eventi si presenta già ricco ed emozionante: il 7 giugno le strade saranno chiuse al traffico per la Granfondo Stelvio Santini.

Mapei_by_Mapei Day

Infine, niente auto anche il 29 agosto, per far spazio ai partecipanti della Scalata Cima Coppi.
Per maggiori informazioni su Bormio, visitate il sito www.bormio.eu o inviate una mail a info@bormio.eu

Stelvio_by_Markus Greber

Stelvio_by_Markus Greber_2

Situata a 1.225 metri di altitudine, Bormio si trova in un ampio anfiteatro naturale al centro delle Alpi. Il bianco delle nevi perenni dei ghiacciai, il verde intenso dei boschi e dei prati, l’azzurro del cielo e la trasparenza delle acque sono i colori che ne contraddistinguono il paesaggio. Un paradiso per gli amanti dello sport, della natura, dell’arte e della cultura.
Particolarmente affascinanti sono i tracciati nel Parco Nazionale dello Stelvio: oltre 600 chilometri da percorrere con la propria mountain bike, a piedi o a cavallo. Inoltre, per gli appassionati di bici da corsa, è possibile cimen-tarsi in alcune delle più grandi salite che hanno contribuito a rendere nobile il ciclismo in Italia e nel mondo: il Passo dello Stelvio, il Passo del Gavia e il Mortirolo.
Un campo da golf di nove buche, il palazzo del ghiaccio, la pista di curling, i campi da tennis e numerose altre attività permettono di respirare fino in fondo il piacere della montagna.
Una passeggiata nello splendido centro storico del paese, con le chiese, i palazzi e i musei permette inoltre di immergersi nell’atmosfera d’altri tempi di quella che per 700 anni è stata una piccola democrazia comunale al centro delle Alpi.
Senza dimenticare, infine, le calde acque termali dei centri di Bormio Terme, Bagni Nuovi e Bagni Vecchi cono-sciute fin dai tempi degli antichi Romani.
Infrastrutture e servizi di grande qualità, una storia millenaria tutta da scoprire, eventi di importanza mondiale e, ovviamente, i sapori inconfondibili dell’enogastronomia valtellinese: questa è Bormio, la Magnifica Terra.

foto credits: Matteo Cappè, Alberto Urbani, Markus Greber e Mapei day