Cadex il nuovo marchio ultraperformance

0

Dopo una fase di sviluppo durata diverse stagioni nasce ufficialmente Cadex, un marchio nell’orbita colosso Giant, dedicato esclusivamente a componenti della performances massimizzate. Ruote, pneumatici e selle senza nessun compromesso, dove la fibra di carbonio trova la sua massima espressione.

Il progetto Cadex nasce in realtà già nel 2016, con l’intento e l’obiettivo di sviluppare una linea di equipaggiamenti unici nel loro genere, per materiali, tecnologie, design e resa tecnica. Se la piattaforma Cadex così come la vediamo oggi è qualcosa di nuovo, il marchio rievoca un progetto Giant risalente al 1985, pioniere dei telai in carbonio. I tempi sono cambiati, molto ma l’ambizione e l’approccio, in un certo senso avveniristico resta intatto, pur beneficiando di tecniche di costruzione e sviluppo  che in più di trenta anni si sono evolute in modo esponenziale. Cadex include le ruote, gli pneumatici e le selle e debutteranno in modo ufficiale proprio al TDF. Non solo per i modelli Giant, perché la gamma Cadex sarà disponibile anche in aftermarket a partire da Settembre.

Cadex 42

RUOTE 42/65

Un sistema WheelSystems totalmente in fibra di carbonio, caratterizzato da materiali e tecniche di produzione completamente nuovi. Il pacchetto presenta dei valori di rigidità e resistenza superiori, reattività e penetrazione dello spazio ottimizzata, il tutto con un valore alla bilancia hors categorie. Le ruote CADEX 42, con cerchio dal profilo di 42 mm hanno come focus a versatilità. Differenti invece le CADEX 65, dal profilo maggiorato a 65 millimetri di altezza, che ovviamente hanno l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per le alte velocità. Entrambi i modelli hanno i cerchi hookless in carbonio con raggi calibrati su misura e tecnologia Dynamic Balanced Lacing (DBL), per una migliore scorrevolezza, stabilità ed equilibrio dell’intero comparto. Entrambi i modelli sono disponibili in versione per pneumatici tubeless, oppure tubolari, tradizionale o per freni a disco.

Cadex 65

GOMME RACE TUBELESS

Rimaniamo in tema del sistema ruote/pneumatici, con le gomme Cadex Race Tubeless. Questo pneumatico adotta una nuovissima mescola a base di silice, capace di migliorare il rotolamento e la guidabilità della ruota stessa. La una carcassa ad un solo strato è ultra flessibile e offre una sensazione di guida paragonabile a quella dei tubolari (tanto cari ai corridori pro), con una protezione superiore contro le forature grazie alla membrana Race Shield in Kevlar. Il design del battistrada ricorda uno spigato con intagli direzionali e controdirezionali, per una gomma affidabile anche sul bagnato. Tre le dimensioni disponibili, 23, 25 e 28 mm. Lo pneumatico tubeless è stato utilizzato in più di un’occasione dai corridori del Team CCC.

Il particolare della gomma tubeless con l’apposita valvola che va ad equipaggiare il cerchio full carbon.

SELLA BOOST

Infine la sella Boost, una sella corta. Cadex Boost, oltre alle dimensioni e alla struttura, sfrutta una innovativa lavorazione della fibra composita per produrre una sella all’avanguardia. Il risultato è la nuova Cadex Boost, che utilizza un telaio Advanced Forged Composite per eliminare le flessioni indesiderate e migliorare il trasferimento di potenza. L’Integrated Rail Design, una sorta di costruzione in un unico pezzo,  elimina i punti di pressione comuni, posizionando i collegamenti dei binari alla base lontano dalle aree dove i pro scaricano il loro peso.

Cadex Boost

La punta è tronca e la sua forma è stata disegnata in collaborazione con alcuni specialisti della biomeccanica. La sezione superiore, con due zone divise, prende il nome di Particle Flow-Tecnology, due scomparti separati di appoggio e un ampio canale di scarico, con l’obiettivo di alleggerire i punti di pressione e ottenere una sensazione di stabilità e comfort anche sul lungo periodo. Tutti i componenti Cadex sono coperti dal programma White Glove Service, che include 2 anni di garanzia e un programma di sostituzione in caso di incidente della durata di 5 anni.

cadex-cycling.com

Articolo precedenteIl surf da onda a Milano
Articolo successivoRMS con Kenda al Mottolino Fun Mountain di Livigno
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui