Pubblicità
Home Ciclismo Test Casco Gist Bravo, un bel casco ad un prezzo top
Pubblicità

Casco Gist Bravo, un bel casco ad un prezzo top

0
Gist Bravo può essere facilmente accostato al modello Pr1mo, il design è molto simile. Una volta indossati però, i due caschi mostrano delle diversità sostanziali, che si riflettono sul fitting, di conseguenza sul comfort in particolare quando le temperature salgono, il Gist Bravo è più fresco. In comune hanno un eccellente rapporto tra la qualità ed il prezzo. Vediamo nel dettaglio Gist Bravo e lacune considerazioni in merito alla nostra prova. Arrotondato, compatto e molto leggero, elegante. Sono questi gli aggettivi principali che riassumono il Bravo, l’ultimo casco che è entrato a far parte della collezione Gist. Partendo dal design, sono state in parte riprese alcune delle soluzioni che lo rendono simile al “vecchio” Pr1mo, uno tra i primi caschi ad adottare un design molto arrotondato su tutta la sua superficie. Man mano che si analizzano e snocciolano i dettagli, emergono delle differenze che rendono i due prodotti molto diversi tra loro. Gist Bravo è costruito grazie ad un composto EPS con una scocca esterna in policarbonato. Le forme, oltre ad avere un senso estetico, diventano funzionali alla sicurezza. Cosa significa: il casco con questa forma non crea ostruzioni in caso d’impatto, scivolando e distribuendo le forze negative che si generano, senza che queste si concentrino in un solo punto. Rispetto al Pr1mo non sono presenti gli inserti Fitting Foam tra i pads e la fronte. Si elimina qualche grammo, ma senza sacrificare la sicurezza che è garantita anche dalle imbottiture interne tridimensionali a spessore variabile. Inoltre le stesse imbottiture limitano l’accumulo di sudore quando le temperature salgono in modo esponenziale. Il sistema di fitting e chiusura è garantito dalle regolazioni verticali e orizzontali, anche grazie ad un rotore facilmente raggiungibile e ruotabile anche quando si è in movimento. Le fibbie hanno i terminali in Fidlock, con la chiusura magnetica. Inoltre, la confezione e lo stesso casco, permettono di integrare la retina per la protezione contro gli insetti. In totale le feritoie, per l’ingresso e l’uscita dell’aria sono 22. Le taglie disponibili sono due (S-M 52/56 e L-XL 56/62), per cinque colorazioni. Il prezzo di listino di Gist Bravo è di 109 euro. Nelle immagini trovate anche i due nuovi modelli di occhiali, il leggerissimo Pack (quello con la lente blu e con un prezzo di listino di 45 euro, con la lente standard) e il Factor (con la lente red e con il medesimo prezzo di listino del modello Pack) due prodotti che presentano una visuale con specifiche differenti. Il primo, ad avere un peso di soli 25 grammi, è caratterizzato da una curvatura contenuta della lente in policarbonato, per una visuale sempre equilibrata. Factor invece ha un’arcuatura più accentuata, che oltre ad azzerare i riflessi, permette di avere un’attenzione maggiore, capace di sfruttare a pieno il campo visivo. gistitalia.com Le nostre impressioni Un bel casco, da vedere e da indossare, un esempio perfetto di quanto il design attuale diventi funzionale, non eccessivamente complicato e invasivo, il tutto disponibile ad un prezzo vantaggioso. Gist Bravo è ben fatto, curato nei dettagli e nelle forme, con un buon grado di personalizzazione quando viene calzato. Da sottolineare il buckle magnetico e le fibbie che pur rimanendo aderenti al viso, non mostrano una rigidità eccessiva. In aggiunta a questo, tutto il sistema di posteriore, con la parte centrale ed il rotore che restano ben staccati dalla cervicale, aspetto di primo piano anche per quanto concerne la sicurezza. Rispetto al Pr1mo, volendo fare un confronto, il modello Bravo è maggiormente ventilato e anche sulla parte alta della testa, il calore viene facilmente mandato all’esterno. Il fitting è molto buono e non ha nulla da invidiare a caschi ben più costosi. Tutto il perimetro interno è tondeggiante e non presenta nervature fastidiose. I canali che presenta la struttura e le imbottiture sono ben distribuite e quelle frontali beneficiano delle due bocche che invitano l’aria anche alle velocità più basse. Davanti sporge il giusto, in modo da garantire protezione e al tempo stesso non ostacolare la visuale. Sopra le orecchie lascia il giusto spazio per poter indossare anche modelli di occhiali con aste voluminose. Una particolare menzione, va fatta nei confronti degli occhiali Pack che, nonostante il peso estremamente contenuto, sono stabili e sempre gradevoli da indossare, anche in condizioni di ambiente nuvoloso, con una lente nitida e con zero distorsioni, un modello che a soli 45 euro, garantisce prestazioni comuni all’altissima gamma. A cura della redazione tecnica, immagini delle redazione tecnica e Sara Carena
Il casco Gist Bravo con i due modelli di occhiali Factor (lente red) e Pack (lente blu).

Il casco Gist Bravo può essere facilmente accostato al modello Pr1mo, il design è molto simile. Una volta indossati però, i due caschi mostrano delle diversità sostanziali, che si riflettono sul fitting, di conseguenza sul comfort ed in particolare quando le temperature salgono. In comune hanno un eccellente rapporto tra la qualità ed il prezzo. Approfondiamo l’argomento anche con i nostro feedback.

Gist Bravo può essere facilmente accostato al modello Pr1mo, il design è molto simile. Una volta indossati però, i due caschi mostrano delle diversità sostanziali, che si riflettono sul fitting, di conseguenza sul comfort in particolare quando le temperature salgono, il Gist Bravo è più fresco. In comune hanno un eccellente rapporto tra la qualità ed il prezzo. Vediamo nel dettaglio Gist Bravo e lacune considerazioni in merito alla nostra prova. Arrotondato, compatto e molto leggero, elegante. Sono questi gli aggettivi principali che riassumono il Bravo, l’ultimo casco che è entrato a far parte della collezione Gist. Partendo dal design, sono state in parte riprese alcune delle soluzioni che lo rendono simile al “vecchio” Pr1mo, uno tra i primi caschi ad adottare un design molto arrotondato su tutta la sua superficie. Man mano che si analizzano e snocciolano i dettagli, emergono delle differenze che rendono i due prodotti molto diversi tra loro. Gist Bravo è costruito grazie ad un composto EPS con una scocca esterna in policarbonato. Le forme, oltre ad avere un senso estetico, diventano funzionali alla sicurezza. Cosa significa: il casco con questa forma non crea ostruzioni in caso d’impatto, scivolando e distribuendo le forze negative che si generano, senza che queste si concentrino in un solo punto. Rispetto al Pr1mo non sono presenti gli inserti Fitting Foam tra i pads e la fronte. Si elimina qualche grammo, ma senza sacrificare la sicurezza che è garantita anche dalle imbottiture interne tridimensionali a spessore variabile. Inoltre le stesse imbottiture limitano l’accumulo di sudore quando le temperature salgono in modo esponenziale. Il sistema di fitting e chiusura è garantito dalle regolazioni verticali e orizzontali, anche grazie ad un rotore facilmente raggiungibile e ruotabile anche quando si è in movimento. Le fibbie hanno i terminali in Fidlock, con la chiusura magnetica. Inoltre, la confezione e lo stesso casco, permettono di integrare la retina per la protezione contro gli insetti. In totale le feritoie, per l’ingresso e l’uscita dell’aria sono 22. Le taglie disponibili sono due (S-M 52/56 e L-XL 56/62), per cinque colorazioni. Il prezzo di listino di Gist Bravo è di 109 euro. Nelle immagini trovate anche i due nuovi modelli di occhiali, il leggerissimo Pack (quello con la lente blu e con un prezzo di listino di 45 euro, con la lente standard) e il Factor (con la lente red e con il medesimo prezzo di listino del modello Pack) due prodotti che presentano una visuale con specifiche differenti. Il primo, ad avere un peso di soli 25 grammi, è caratterizzato da una curvatura contenuta della lente in policarbonato, per una visuale sempre equilibrata. Factor invece ha un’arcuatura più accentuata, che oltre ad azzerare i riflessi, permette di avere un’attenzione maggiore, capace di sfruttare a pieno il campo visivo. gistitalia.com Le nostre impressioni Un bel casco, da vedere e da indossare, un esempio perfetto di quanto il design attuale diventi funzionale, non eccessivamente complicato e invasivo, il tutto disponibile ad un prezzo vantaggioso. Gist Bravo è ben fatto, curato nei dettagli e nelle forme, con un buon grado di personalizzazione quando viene calzato. Da sottolineare il buckle magnetico e le fibbie che pur rimanendo aderenti al viso, non mostrano una rigidità eccessiva. In aggiunta a questo, tutto il sistema di posteriore, con la parte centrale ed il rotore che restano ben staccati dalla cervicale, aspetto di primo piano anche per quanto concerne la sicurezza. Rispetto al Pr1mo, volendo fare un confronto, il modello Bravo è maggiormente ventilato e anche sulla parte alta della testa, il calore viene facilmente mandato all’esterno. Il fitting è molto buono e non ha nulla da invidiare a caschi ben più costosi. Tutto il perimetro interno è tondeggiante e non presenta nervature fastidiose. I canali che presenta la struttura e le imbottiture sono ben distribuite e quelle frontali beneficiano delle due bocche che invitano l’aria anche alle velocità più basse. Davanti sporge il giusto, in modo da garantire protezione e al tempo stesso non ostacolare la visuale. Sopra le orecchie lascia il giusto spazio per poter indossare anche modelli di occhiali con aste voluminose. Una particolare menzione, va fatta nei confronti degli occhiali Pack che, nonostante il peso estremamente contenuto, sono stabili e sempre gradevoli da indossare, anche in condizioni di ambiente nuvoloso, con una lente nitida e con zero distorsioni, un modello che a soli 45 euro, garantisce prestazioni comuni all’altissima gamma. A cura della redazione tecnica, immagini delle redazione tecnica e Sara Carena

Il casco Gist Bravo è anche versatile e rotondo

Arrotondato, compatto e molto leggero, elegante. Sono questi gli aggettivi principali che riassumono il Bravo, l’ultimo casco che è entrato a far parte della collezione Gist. Partendo dal design, sono state in parte riprese alcune delle soluzioni che lo rendono simile al “vecchio” Pr1mo, uno tra i primi caschi ad adottare un design molto arrotondato su tutta la sua superficie. Man mano che si analizzano e snocciolano i dettagli, emergono delle differenze che rendono i due prodotti molto diversi tra loro. Proprio le sue forme, lo rendono un prodotto adatto non solo agli stradisti. Gravel style? Perché no.

Il design tondo è funzionale alla sicurezza

Il casco Gist Bravo è costruito grazie ad un composto EPS con una scocca esterna in policarbonato. Le forme, oltre ad avere un senso estetico, diventano funzionali alla sicurezza. Cosa significa: il casco con questa forma non crea ostruzioni in caso d’impatto, scivolando e distribuendo le forze negative che si generano, senza che queste si concentrino in un solo punto. Rispetto al Pr1mo non sono presenti gli inserti Fitting Foam tra i pads e la fronte. Si elimina qualche grammo, ma senza sacrificare la sicurezza che è garantita anche dalle imbottiture interne tridimensionali a spessore variabile. Inoltre le stesse imbottiture limitano l’accumulo di sudore quando le temperature salgono in modo esponenziale.

Casco Gist Bravo, un bel casco ad un prezzo top
A destra il casco Gist Bravo. Si vedono le imbottiture più “asciutte e la rifinitura eccellente che ricopre l’EPS .

Chiusura regolabile e terminali magnetici, davvero comodi

Il sistema di fitting e chiusura è garantito dalle regolazioni verticali e orizzontali, anche grazie ad un rotore facilmente raggiungibile e ruotabile anche quando si è in movimento. Le fibbie hanno i terminali in Fidlock, con la chiusura magnetica. Inoltre, la confezione e lo stesso casco, permettono di integrare la retina per la protezione contro gli insetti. In totale le feritoie, per l’ingresso e l’uscita dell’aria sono 22.

Casco Gist Bravo, un bel casco ad un prezzo top

Casco Gist Bravo, un bel casco ad un prezzo top
Questa colorazione è davvero accattivante. I due inserti posteriori, bianchi, sono rifrangenti.
I prezzi sono top

Le taglie disponibili sono due (S-M 52/56 e L-XL 56/62), per cinque colorazioni. Il prezzo di listino di Gist Bravo è di 109 euro. Nelle immagini trovate anche i due nuovi modelli di occhiali, il leggerissimo Pack (quello con la lente blu e con un prezzo di listino di 45 euro, con la lente standard) e il Factor (con la lente red e con il medesimo prezzo di listino del modello Pack) due prodotti che presentano una visuale con specifiche differenti. Il primo, ad avere un peso di soli 25 grammi, è caratterizzato da una curvatura contenuta della lente in policarbonato, per una visuale sempre equilibrata. Factor invece ha un’arcuatura più accentuata, che oltre ad azzerare i riflessi, permette di avere un’attenzione maggiore, capace di sfruttare a pieno il campo visivo.

Le nostre impressioni

Un bel casco, da vedere e da indossare, un esempio perfetto di quanto il design attuale diventi funzionale, non eccessivamente complicato e invasivo, il tutto disponibile ad un prezzo vantaggioso. Il casco Gist Bravo è ben fatto, curato nei dettagli e nelle forme, con un buon grado di personalizzazione quando viene calzato. Da sottolineare il buckle magnetico e le fibbie che pur rimanendo aderenti al viso, non mostrano una rigidità eccessiva. In aggiunta a questo, tutto il sistema di posteriore, con la parte centrale ed il rotore che restano ben staccati dalla cervicale, aspetto di primo piano anche per quanto concerne la sicurezza.

Casco Gist Bravo, un bel casco ad un prezzo top
Con la retina anti-insetti compresa nella confezione

Più ventilato, davanti e sopra

Rispetto al Pr1mo, volendo fare un confronto, il modello Bravo è maggiormente ventilato e anche sulla parte alta della testa, il calore viene facilmente mandato all’esterno. Il fitting è molto buono e non ha nulla da invidiare a caschi ben più costosi. Tutto il perimetro interno è tondeggiante e non presenta nervature fastidiose. I canali che presenta la struttura e le imbottiture sono ben distribuite e quelle frontali beneficiano delle due bocche che invitano l’aria anche alle velocità più basse.

Pochi fronzoli e molta sostanza, ci sono anche gli occhiali

Davanti sporge il giusto, in modo da garantire protezione e al tempo stesso non ostacolare la visuale. Sopra le orecchie lascia il giusto spazio per poter indossare anche modelli di occhiali con aste voluminose. Una particolare menzione, va fatta nei confronti degli occhiali Pack che, nonostante il peso estremamente contenuto, sono stabili e sempre gradevoli da indossare, anche in condizioni di ambiente nuvoloso, con una lente nitida e con zero distorsioni, un modello che a soli 45 euro, garantisce prestazioni comuni all’altissima gamma.

A cura della redazione tecnica, immagini delle redazione tecnica e Sara Carena

gistcycling.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità