Home Ciclismo News Centrale operativa satellitare

Centrale operativa satellitare

0

IMG_7822

Le poche riche che seguono, sono una sorta di anticipzione, un punto, un passaggio tecnico interessante che coinvolge tutto il movimento granfondistico, dagli organizzatori ai partecipanti.

Controllo, sicurezza ed efficienza, sono i tre punti cardine che propone MySDAM per quello che sembra essere il futuro della direzione di manifestazioni non solo ciclistiche ma anche di altre discipline sportive che necessitano del supporto di mezzi di servizio con svariate funzioni.

Basandosi su una lunga e ampia esperienza di collaborazione con molto organizzatori di eventi MySDAM ha messo a punto un servizio rivoluzionario che permette un tracciamento in tempo reale di tutti o parte dei mezzi di servizio utilizzando tra l’altro il sistema satellitare GPS e la rete GSM; molto più di un valore aggiunto.

 

L’esigenze delle gare di ciclismo e in particolare delle granfondo mettono infatti gli organizzatori di fronte ad una serie di problematiche, di primaria importanza, legate al alla gestione dei mezzi di supporto della manifestazione e più in generale alla direzione della manifestazione che oggi possono essere molto meglio affrontate grazie a questo servizio. Automobili, motociclette, bus, service di vario genere, ambulanze e mezzi di soccorso in genere devono poter essere controllati e guidati per adempiere al meglio i compiti assegnati. Per questo MySDAM, leader nel settore del cronometraggio tramite chip, ha messo a punto un sistema appositamente dedicato alla direzione della manifestazione che tramite il monitoraggio in tempo reale dei veicoli di supporto permette un migliore controllo della gara e una più efficiente direzione.

Il servizio si presenta come un pacchetto completo e fruibile, grazie ad una specifica interfaccia web (utilizzabile da più dispositivi, anche mobili). Il dispositivo di tracciamento ha dimensioni compatte e pesa solo 50 grammi (si presenta molto differente rispetto al chip attuale), è waterproof e a prova di urti ha una batteria di lunga durata ( fino a 100 ore), non richiede collegamento con la batteria dei veicoli ed è programmabile da remoto. A seconda delle preferenze la frequenza di localizzazione della posizione può essere programmata da 5 secondi a 60 minuti. Nel caso venisse meno la connessione GSM utilizzata per l’invio dei dati la posizione viene stimata. Le informazioni che vengono visualizzate sono complete e facilmente utilizzabili, la posizione, le caratteristiche identificative del mezzo di trasporto, la persona di riferimento, il numero di telefono mobile sono a portata di click per un immediato utilizzo.

Il dispositivo di tracciamento (tracker) può essere fissato al vetro della macchina e tramite fascia di supporto al braccio del motociclista. Altro aspetto particolarmente utile al fine del controllo dello svolgimento della manifestazione è quello di avere un riscontro in tempo reale e storicizzato della distanza temporale tra l’inizio gara e il fine gara. Il servizio inoltre è molto apprezzato da chi gestisce i mezzi di soccorso per una loro ottimale distribuzione, per un migliore coordinamento in caso di necessità d’intervento e per la possibilità di individuare le coordinate di un luogo da raggiungere ad un eventuale elisoccorso.

foto credits Sara carena