Cofidis al Giro d’Italia regala emozioni da sport

0
Un'immagine della promozione Cofidis legato a questa

Sabato 3 ottobre ha preso il via il Giro d’Italia, in un periodo insolito, ma capace sempre di regalare emozioni e momenti di sport indimenticabili. Alla Corsa Rosa torna anche il Team Cofidis e Cofidis Italia vuole celebrare al meglio questa occasione.

Una delle De Rosa in dotazione a Viviani. 2020 Elia VIviani Õs Bike – De Rosa – 24/01/2020 – photo Dario Belingheri/BettiniPhoto©2020

Un’iniziativa promossa da Cofidis e Decathlon

Il Team Cofidis, un ritorno nell’UCI World Tour dopo 10 anni di assenza, ma in grande stile, con la presenza del campione Italiano Elia Viviani e il supporto di una bici, vera eccellenza del made in Italy, la De Rosa. Per l’occasione, Cofidis Italia, proprietaria e sponsor del Team, lancia una fantastica iniziativa in collaborazione con Decathlon che durerà per tutto il mese di ottobre.

Dal 1 al 31, infatti, tutti coloro a cui verrà approvato e quindi liquidato un Prestito Personale Cofidis, di importo uguale o superiore a €5.000,00, riceveranno in regalo un buono del valore di €200,00 spendibili in tutti i punti vendita Decathlon e con validità di 24 mesi.

In breve come richiedere un prestito Cofidis

Come richiedere un Prestito Personale Cofidis? È semplice, rapido e 100% digitale. Vai sul sito www.cofidis.it . Scegli l’importo di cui hai bisogno e ti verranno proposte le varie opzioni di rateizzazione con diversa durata. Scegli quella che fa più comodo per te, compila il form con le informazioni richieste, fotografa e carica i tuoi documenti e riceverai in breve tempo l’esito della tua richiesta.

Il link qui sotto da modo di accedere direttamente all’iniziativa

prestitocofidis.it

Articolo precedenteSpecialized Tarmac S-Works SL7 il nostro test
Articolo successivoHANDMADE – A Surfboard Story
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui