Pubblicità
Home Ciclismo Eventi La prima edizione della Granfondo Zenato vi aspetta
Pubblicità

La prima edizione della Granfondo Zenato vi aspetta

0

Granfondo Zenato di Peschiera del Garda, una prima che ha un sapore particolare, una manifestazione che nasce dalla passione di una famiglia legata al ciclismo e di un territorio dove la bicicletta è un simbolo. Il 25 Marzo si svolgerà la prima edizione della Granfondo Zenato: le iscrizioni saranno aperte fino al 22 Marzo e per i più veloci in palio una pedalata con Ivan Basso.

Il percorso unico di 119 km, si snoda tra le rive del lago e le colline Moreniche, a tratti impegnativo ma sempre dal fascino particolare. I continui saliscendi, avranno nella salita del Peri Fosse l’apice e punto più alto del percorso, un’erta che presenta 1650 mdsl.  La gara, che si corre con il patrocinio del Comune di Peschiera del Garda, partirà dalla Tenuta S. Cristina di Zenato a Peschiera e si svilupperà attraverso i vigneti storici di Trebbiano di Lugana dell’azienda e l’Oasi naturale del Laghetto del Frassino, rifugio di moltissime specie di uccelli, passando per le Fortificazioni Cinquecentesche di Peschiera, divenute patrimonio dell’Unesco, e per i caratteristici borghi di Lazise e Bardolino, si arrampicherà per le colline della Valpolicella alla scoperta di un terreno aspro e calcareo, dove hanno trovato la loro perfetta espressione i vigneti di Corvina, Rondinella, Oseleta, alla base del rinomato Amarone, per ritornare alla Tenuta S.Cristina.

Le quote per le iscrizioni: 35 euro fino al 15 marzo e 40 euro dal 16 al 22 Marzo. Inoltre per alcuni fortunati iscritti ci sarà la possibilità di uscire in bici con uno dei più grandi campioni del ciclismo contemporaneo: Ivan Basso. I posti sono limitati e pedaleranno con Ivan solo i primi trenta che si prenoteranno a partire dal primo marzo sulla pagina facebook della Granfondo.

granfondozenato.it

Articolo precedenteQUO VADIS SKIEDA, la festa del telemark
Articolo successivoGirls Shred Session in Alta Badia
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità