Maxxis presenta un leggerissimo High Road SL

0
Maxxis presenta un leggerissimo High Road SL
maxxis high road sl

Siamo nell’era dove freni a disco e tubeless si stanno accaparrando sempre maggiori quote del mercato, però, non dobbiamo dimenticare che la categoria dei copertoncini ha ancora molto da dire. Arriva Maxxis High Road SL, il clincher che nasce per la competizione.

Maxxis presenta un leggerissimo High Road SL
Molto interessante il suo peso nella versione 700x25c.

Pieno di soluzioni all’avanguardia

High Road SL è solo l’ultima novità in fatto di gomme Maxxis e va a completare (per ora), una gamma completa e per diverse esigenze. Focalizzandosi sull’High Road SL, questo clicnher si presenta con un battistrada slick e una mescola HYPR-S, ad elevato scorrimento. Anche sotto il profilo visivo, si nota un battistrada con mescola porosa, stabile e compatta al tempo stesso. Inoltre la carcassa è da 170 Tpi (costruita con soluzione One70), leggera e prevede uno strato anti foratura di tipo K2 ( soluzione per nulla comune a questo livello di prodotti, che spesso si focalizzano sul risparmio di peso, pregiudicando la longevità del prodotto).

Maxxis presenta un leggerissimo High Road SL
Lo abbiamo montato su cerchi con canale interno da 21 mm. Il profilo dello pneumatico, gonfiato a 7 atm, si adatta perfettamente anche a questa tipologia di ruota.

Il terzo della stirpe e non finisce qui

High Road SL è una sorta di evoluzione dei copertoni Maxxis road, nello specifico del modello High Road in versione classica e del tubeless High Road, entrambi presenti nel catalogo del distributore CicloPromoComponents. Il prezzo di listino di High Road SL è di 59,00 euro, a breve altri dettagli e il nostro test completo. In autunno, circa è previsto il lancio anche della versione tubeless.

Maxxis presenta un leggerissimo High Road SL
E’ presente l’indicatore di usura TWI.

a cura della redazione tecnica, foto redazione tecnica

ciclopromo.com

 

Articolo precedenteFulgur Factory Team al Bike Park di Cervinia
Articolo successivoGranfondo aperte anche ai professionisti
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui