Pubblicità

Mettiamo a confronto due Cannondale SuperSix Evo

0

Cannondale SuperSix Evo è un’icona. E’ una bici simbolo un pò per tutti, sicuramente un riferimento per il settore e non solo per le bici leggere. La terza generazione però, è cambiata molto, è stata stravolta nel design e ha fatto sue alcune soluzioni adottate in precedenza sulla SystemSix. Vediamo e approfondiamo.

cannondale SuperSix Evo third generation
A sinistra la third generation, a destra la generazione precedente, più classica, meno muscolosa. E’ sottile e sfinata, con uno slooping quasi impercettibile.Nella foto sono entrambe una taglia 54.

Nuova vs vecchia (speriamo non ci senta che si offende)

La Cannondale SuperSix Evo Disc è quella che ci piace definire la black edition, forse la configurazione più race presente in gamma. Nel momento in cui vi facciamo questa presentazione siamo fermi ai box e con noi la SuperSix. Vogliamo fare una sorta di anticipazione e analizzare qualche dettaglio mettendola a confronto con la “old version”.

cannondale SuperSix Evo third generation

Un design che da solo dice molto

Al momento della sua presentazione, le nuove forme della SuperSix Evo terza generazione sono stato motivo di dibattito e discussione. Da un lato chi ha apprezzato il totale rinnovamento, dall’altro chi ha storto il naso, vedendo questo design come un adeguamento agli standard imposti dal mercato, standard commerciali a cui Cannondale si è sempre sottratta (soprattutto in fatto di design). A noi piace dire: simile ma non uguale, perché una Cannondale porta con se sempre qualcosa di unico per bici che non sono mai banali, soprattutto quando si portano a menare i campo aperto.

Carro posteriore ribassato

La terza generazione della SuperSix Evo ha il carro basso, ha la scatola del movimento centrale asimmetrica e  larga 73 mm che eredita dalla precedente versione e che è diventata una sorta di family feeling concept. E’ slooping e le sue tubazioni, tutte, hanno un profilo aero marcato; arrotondate nella parte che deve penetrare lo spazio, con profilo posteriore tronco. La forcella ha gli steli dritti e ha due rake disponibili: 55 mm per le taglie dalla 48 alla 54, 45 mm dalla 56 alla 62. La parte alta delle forca ha una sorta di becco posteriore che si incunea nell’obliquo, amplificando ulteriormente il concetto di bici aerodinamica che porta con se la SuperSix Evo. Una particolarità è il profilato dello sterzo: non è solo una tubazione ma diventa anche una sorta di contenitore, al cui interni passano cavi e guaine.

cannondale SuperSix Evo third generation

Concetto massimizzato per l’integrazione

Se la SuperSix Evo più anziana aveva approcciato l’integrazione con la guarnitura Hollowgram (già utilizzata in tempi passati anche per le versioni Caad in alluminio), Cannondale riprende le soluzioni da prima adottate su Synapse Disc e SystemSix. Alla guarnitura (magari con power meter si base P2Max), viene associato un seat-post, non più rotondo da 25,4 mm di diametro ma uno aerodinamico e specifico per questo progetto. Il cockpit Knot: stem in alluminio con passaggio per cavi e guaine e piega in carbonio, on inclinazione regolabile. Aumenta la famiglia delle ruote Hollowgram, comunque Cannondale. In questo caso sono full carbon disc con profilo da 45 mm e tubeless ready.

Perni passanti Speed Release

Un’altra soluzione tecnica, abbondantemente utilizzata all’interno dell’intera piattaforma Cannondale, non solo per la SuperSix Evo, è quella che fa riferimento ai perni passanti Speed Release, per forcella e carro posteriore. Tecnicamente offre dei vantaggi, perché, lasciando un’apertura dal lato in cui si svita il perno, questo lascia libera la ruota senza la necessità di estrarre completamente l’asse. La soluzione è particolarmente apprezzata dai meccanici del team pro.

cannondale SuperSix Evo third generation

Disc e calipers

Inutile dire che il progetto SuperSixEvo  third generation nasce prima di tutto per essere disco, ma è disponibile anche con freni tradizionali. Due telai disponibili, uno con carbonio Hi-Mod in alto modulo, uno standard (carbon). Un delta di prezzo per tutti i gusti e le tasche, che va dai 10499 euro della versione che vedete in questo articolo, fimo ad arrivare ai 2799 euro della SuperSix Carbon 105 Disc (quest’ultima disponibile anche in versione women.

a cura della redazione tecnica, foto della redazione tecnica.

ulteriori info: cannondale.com

 

Articolo precedenteFR Foil, novità da AL360
Articolo successivoRock Shox SID, l’icona del cross country
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui