Pubblicità
Dolomiti
Home Mtb Test Mitas Scylla pneumatici per il cross country moderno
Pubblicità

Mitas Scylla pneumatici per il cross country moderno

0

Mitas è un brand della Repubblica Ceca che opera da quasi cento anni nel mondo degli pneumatici (fondata nel 1928), tra cui quelli per il ciclismo. Abbiamo avuto l’occasione di conoscerlo meglio durante l’ultima edizione di Mountain Bike Connection Summer che si è tenuta ad Andalo, sull’altopiano della Paganella (qui le nostre altre anticipazioni su Pirelli, Formula e Dainese).

Mitas Scylla short test - action 03Mitas: ciclismo a 360°

La produzione per il mondo bici spazia dalla strada alla mountain bike passando per gravel e city/trekking. Ci soffermiamo sul mondo MTB con la linea Elite di alta gamma affiancata da quella Standard di ingresso sul mercato. A differenza di altri marchi, Mitas suddivide gli pneumatici in tre grandi famiglie a seconda del terreno affrontato: Fast per fondi veloci; Intermediate per terreni intermedi; Aggressive per quelli più tecnici ed estremi.

Ci concentriamo sul gruppo intermedio, al cui interno troviamo Scylla, un pilastro della linea pneumatici per molti anni. Quest’anno si evolve da soluzione dura e pura per le competizioni XC a un utilizzo che strizza l’occhio al trail biking. Il suo battistrada a basso profilo e il profilo arrotondato rendono Scylla un’opzione molto veloce che eccelle su terreni compatti.

Mitas Scylla: come sono fatte

Mitas Scylla schort test - gomma 01Il cross country si sta facendo sempre più sfidante, infatti non conta andare forte solo in salita ma anche spingere forte in discesa e in ogni caso far correre la bici su tracciati guidati e tecnici. Mitas ha così adeguato lo storico modello Scylla, perfetto per un impiego XC aggressivo, quello che adesso molti chiamano Downcountry.

La misura 29×2,25″ è ora affiancata da quelle con sezione da 2,45″ e 2,60″, disponibili sia per diametro 27,5″ sia 29er (l’opzione più stretta solo per le ruote grandi).

Mitas Scylla short test - gomma 02La costruzione è a 127 TPI, con il rinforzo Textra che corre su tutto lo pneumatico, da cerchietto a cerchietto, per una superiore resistenza a tagli, pizzicature e abrasioni. Non manca una protezione extra sui fianchi, chiamata Wings.

La mescola del battistrada è doppia, 65/45 ShA, per bilanciare grip e resistenza al rotolamento. La tassellatura laterale impiega inoltre un composto a rimbalzo ridotto, che aiuta a deformarsi e aderire ai fondi duri e accidentati.

Mitas Scylla short test - gomma 03Il profilo della gomma è rotondo, con una tassellatura centrale ribassata e compattaschema 1-2-2 – per una migliore resistenza al rotolamento. Tra questa e la spalla troviamo una fila intermedia che migliora la trazione e la frenata.

Sulla spalla i tasselli sono più alti, grossi e spaziati, dotati di una scanalatura centrale per una maggiore deformazione e una superiore progressività.

On The Trail

Mitas Scylla schort test - actionMitas Scylla, assaggiati durante Mountain Bike Connection Summer 2021 nella misura 29×2,45″ su una full suspended da cross country BMC Fourtroke 01, non sono pneumatici particolarmente leggeri. Rispondono infatti a un trend che mette in primo piano la robustezza, davanti alla leggerezza. Il peso infatti è intorno ai 1.000 grammi, valore tipico di una copertura da trail/enduro. La protezione da fianco a fianco, affiancata da uno strato supplementare solo sui lati, è il motivo principale di questo risultato.

Le conseguenze sono molteplici: il biker può osare pressioni relativamente basse – noi abbiamo usato 1,3/1,5 bar per anteriore/posteriore – godendo di una struttura solida, con un grande supporto in ogni condizione. Il feedback è comunque buono, filtrando le asperità del terreno, come le radici e i sassi incontrati sull’anello di prova ricavato a monte di Andalo, sull’Altopiano della Paganella.

Colpiscono l’eccezionale mix tra scorrevolezza e trazione, e l’ottima stabilità in curva, da quelle piatte a quelle spondate. La risposta in accelerazione non è da prima della classe, ma è compensata dall’innata capacità di mantenere un ritmo elevato su terreni difficili, dopo una gomma più stretta e leggera andrebbe in crisi, anche e soprattutto per la necessità di tenere pressioni d’esercizio più elevate.

Mitas Scylla schort test - action 02

Conclusioni

Queste Mitas Scylla in misura da 2,45″ ci hanno sorpreso, promettono performance elevate ai biker che amano pedalare a lungo su terreni sfidanti, potendo contare su un ottimo mix tra scorrevolezza e grip, ma soprattutto su una struttura super solida.

Foto: Luigi Sestili / Bike Connection Agency

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità