Home Ciclismo News Urban Award 2022 premia la città più sostenibile

Urban Award 2022 premia la città più sostenibile

0
logo urban award 2020

­
Si è appena conclusa la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile e per i Comuni italiani si apre l’opportunità di far conoscere i progetti realizzati per rendere le città sempre più green. C’è tempo fino al 7 novembre 2022 per partecipare a Urban Award, Premio per la mobilità sostenibile, ideato da Ludovica Casellati, Urban Award e organizzato con Anci, in collaborazione con Openjobmetis Spa, Intesa Sanpaolo, Bosch eBike Systems e Confindustria Ancma. Urban Award ha lo scopo di premiare i Comuni più virtuosi, che investono concretamente nella mobilità sostenibile e farne conoscere i progetti, perché siano un incentivo anche per altre amministrazioni.

­Sistema Nazionale per la Mobilità Ciclistica

Lo scorso mese di agosto è avvenuto un fatto importantissimo per il nostro Paese. È stato infatti finalmente approvato dal MIMS (Ministero Infrastrutture e Mobilità Sostenibile) il Piano generale della mobilità ciclistica. Dopo quattro anni, grazie al lavoro di Anci, Regioni, Provincie autonome, associazioni ed esperti, nasce uno strumento che consente di definire la programmazione degli interventi per il prossimo triennio sia in ambito urbano sia turistico. Sicurezza stradale, segnaletica, spazio condiviso sono i capisaldi del documento che propone una nuova visione delle città e dei territori. Si finanziano percorsi ciclabili nei centri urbani e a livello extraurbano.

Il Piano è parte integrante del Piano Generale dei Trasporti e della Logistica, è finalizzato a realizzare il “Sistema nazionale della Mobilità Ciclistica” ed è articolato in due settori: ambito urbano e metropolitano e ambito extraurbano (provinciale o intercomunale, regionale, nazionale ed europeo). Lo scopo del Piano è quella di far sì che la mobilità ciclistica diventi una componente fondamentale del sistema di mobilità sostenibile del Paese.

“Sono decine i progetti di riqualificazione urbana che comprendono percorsi e infrastrutture dedicate – sottolinea il presidente dell’Anci Antonio Decaro –, ma ora tutto ciò è inquadrato in qualcosa di più grande a livello nazionale: esiste infatti finalmente un Piano generale della mobilità ciclistica, nell’ambito del quale ogni progetto locale assume ulteriore significato e valore. Questa crescita del settore e nell’impiego della bicicletta è anche in parte merito di Urban Award, che si è dimostrato un utile strumento a disposizione delle amministrazioni locali per scambiarsi e diffondere le buone pratiche e le scelte progettuali più adatte al proprio territorio”.

Cresce la sensibilità delle amministrazioni

In occasione della Settimana Europea per la mobilità sostenibile – che ha visto la partecipazione di oltre 2.600 città europee, di cui una settantina italiane, che hanno messo in comune le loro esperienze e progetti – il MIMS ha presentato un report sui nuovi investimenti, le riforme di settore e la programmazione dello sviluppo delle diverse modalità di trasporto. Grazie a un investimento aggiuntivo di oltre 94 miliardi di euro, nei prossimi anni saranno realizzati 700 chilometri di ferrovie ad alta velocità e di linee regionali, 216 chilometri di nuove metro, tranvie, busvie nelle città, 1.800 km di piste ciclabili urbane ed extraurbane. Tutto nell’ottica di trasformare la mobilità e renderla più sostenibile. Una strada che i Comuni italiani negli ultimi anni hanno iniziato a seguire con una sensibilità sempre maggiore.

“L’idea di premiare le iniziative realizzate dai Comuni più lungimiranti – sottolinea Ludovica Casellati, ideatrice del Premio – è nata dalla convinzione che, promuovendo le migliori pratiche, queste sarebbero poi state prese a modello da altre amministrazioni. Il tempo ci ha dato ragione. Urban Award ha visto negli anni un numero sempre maggiore di adesioni e la presentazione di progetti interessanti e replicabili. Dalla realizzazione di nuove strutture come piste ciclabili fino a piani più articolati come lo Smart Move, vincitore 2021, che ha ridefinito la città di Genova, a idee innovative come la Bicipolitana di Pesaro o il Ciclobus di Segrate”.

­Bike to work, l’esempio di Openjobmetis

Un ruolo fondamentale nella diffusione della mobilità sostenibile, anche come stile di vita, è rivestito dalle aziende. Sono sempre di più le imprese che si impegnano su questo fronte con incentivi e iniziative di promozione. Openjobmetis (Agenzia per il Lavoro, Partner di Urban Award), per esempio, promuove il bike to work da diversi anni e, nelle sue sedi ha messo a disposizione di dipendenti e collaboratori delle flotte di biciclette e monopattini. che possono essere utilizzate per i brevi spostamenti in città.

­Come partecipare all’Urban Award 2022

Per garantirsi un posto nella top list delle città più attente alla mobilità ciclistica d’Italia le amministrazioni comunali hanno tempo fino al 7 novembre 2022, quando la giuria di Urban Award si riunirà per decretare il vincitore dell’edizione corrente.

Saranno presi in considerazione i progetti in essere, ma anche quelli appena approvati dalle amministrazioni pubbliche e si valuteranno anche le attività di comunicazione e sensibilizzazione attuate dai Comuni attraverso eventi e iniziative volte a promuovere l’uso della mobilità integrata, come bici e mezzi pubblici oppure incentivazione all’utilizzo della mobilità dolce, anche integrata con il trasporto pubblico locale, per una riduzione dell’uso dell’auto privata.

È possibile inviare la domanda direttamente on line. Il regolamento e l’application form scaricabili sono disponibili sia nel sito del Premio sia nel sito di Anci. La candidatura dovrà essere presentata dal sindaco o da un suo delegato entro 7 novembre 2022, anche all’indirizzo urban@viagginbici.com
La domanda di partecipazione dovrà contenere una descrizione del progetto supportata da materiale fotografico o video, che consenta alla giuria di valutare l’effettivo beneficio che deriva alla città e ai cittadini dal progetto presentato.

Un parco bici al vincitore

I Comuni vincitori dell’Urban Award 2022 saranno premiati in occasione della XXXIX Assemblea Nazionale Anci, che si terrà dal 22 al 24 novembre 2022 a Bergamo.
Il 1°, 2° e 3° premio saranno assegnati ai Comuni che avranno dimostrato di possedere una serie di requisiti tra cui la valutazione dell’impatto del progetto sul territorio, l’effettiva fruibilità dei servizi da parte del cittadino, l’abbattimento dell’inquinamento atmosferico, gli strumenti di comunicazione e sensibilizzazione utilizzati per promuovere l’uso della mobilità sostenibile.

Il primo classificato riceverà un parco bici, offerto dalle aziende associate a Confindustria ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, in particolare da Bosch eBike Systems, Bergamont e Selle SMP.

Per ulteriori info, clicca qui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui