La Pedalonga 2020 si svolgerà il 2 agosto

0
pedalonga

Il Comitato Organizzatore della Pedalonga conferma l’edizione 2020 nel completo rispetto delle normative vigenti in termini ed obblighi legati alla sicurezza.

pedalonga

La gara a coppie all’insegna del divertimento

La Pedalonga, ancora prima degli aspetti sportivi e tecnici, ci tiene a sottolineare che la manifestazione si svolgerà prendendo tutte le decisioni possibili nell’ottica di salvaguardare la sicurezza e la sanità dei volontari, dei partecipanti e di tutti coloro che saranno impegnati nella manifestazione.

pedalonga

La parola al C.O.

“Vogliamo lanciare un messaggio di speranza e fiducia! Siamo convinti della necessità di ripartire e noi ci vogliamo provare. Tutti gli atleti e gli appassionati hanno voglia di pedalare e di vivere la loro passione! – hanno affermato Michele Festini (Responsabile Del Tracciato) e Nicola Zambelli (Presidente del Comitato Organizzatore) – Non sarà la classica edizione “competitiva” della Pedalonga; ma sarà un’edizione all’insegna della sicurezza, della passione e del divertimento”. L’appuntamento è quindi in Val Comelico (BL), sui tracciati della Pedalonga, Domenica 2 Agosto 2020. A brevissimo saranno pubblicate maggiori info sul sito ufficiale della manifestazione.

a cura della redazione tecnica, comunicato stampa, foto C.O.

www.pedalonga.it

Articolo precedenteEvoluzione e resistenza al cambiamento
Articolo successivoSpecialized Demo 2021 con ruote differenziate
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui