Pubblicità
Home Ciclismo News Progress Cycles e la piattaforma di ruote gravel
Pubblicità

Progress Cycles e la piattaforma di ruote gravel

0
Progress Cycles e la piattaforma di ruote gravel
Uno degli stampi utilizzati per i cerchi Progress Cycles in carbonio

Il DNA di Progress Cycles si spinge verso l’agonismo e un’interpretazione racing. E’ così per le ruote mtb, ambite e ricercate anche tra i pro, lo è per le ruote road e questa vocazione viene ripresa anche per le nuove GX da gravel. Due diametri 700c e 650b.

Progress Cycles e la piattaforma di ruote gravel
Progress Cycles Air+Plus

Quei punti in comune delle ruote Progress

Se le ruote del segmento gravel adottano il suffisso GX, ci sono anche dei punti in comune per i due pacchetti 700c e 650b, fattori tecnici che rifanno al metodo di costruzione e assemblaggio.

  • Prima di tutto il cerchio, un full carbon con Graphene e multistrato, leggero e dallo shape davvero moderno.
  • 38 millimetri di altezza, per 28 di larghezza complessiva e tubeless ready, per il diametro da 700. 35 millimetri di altezza e 30 di larghezza per le 650b.
  • Le sedi dove alloggiano i nipples sono rinforzate con l’aggiunta di carbonio UD e 3K. Inoltre il cerchio adotta la tecnologia e il design Air+Plus di Progress Cycles.
  • I raggi sono Sapim CX Aero (24 per la ruota anteriore e 24 per la posteriore). La particolarità è l’incrocio in terza (tecnicamente è tanta roba) che permette alla ruota, nel complesso, di sfruttare un potere ammortizzante ottimale che va a favore di trazione, stabilità e sicurezza. Un incrocio in terza permette anche di proseguire la marcia in caso di rottura di un raggio (ricordando che c’é il cerchio in carbonio). L’assemblaggio è fatto completamente a mano
  • I mozzi sono i Nitro Ceramic MTB Disc IS6 in alluminio, con ingaggio dei dischi CenterLock.
  • La predisposizione ai perni passanti 100×12 e 142×12 mm (sono disponibili eventuali adattatori per QR)
Progress Cycles e la piattaforma di ruote gravel
Questa è la versione con diametro 700c, GX700.

Una raggiatura con la geometria

Si chiama PSG (Perfect Spoke geometry). Le ruote Progress sono progettate per il suo scopo specifico. I cerchi vengono rafforzati in prossimità di ogni foro, come scritto in precedenza e lo stesso foro è perfettamente allineato con il mozzo e con l’angolo del raggio. Questo crea una perfetta geometria dei raggi che consente di utilizzare un’elevata tensione e al tempo stesso di sfruttare una distribuzione uniforme delle forze. Si ottengono così alte prestazioni su ogni ruota.

I cuscinetti hanno meno pressioni

Le sedi dei cuscinetti sono allineate e ad alta precisione. La tecnologia di foratura parallela è realizzata al CNC, per cuscinetti 100% paralleli all’asse del perno. Questo si traduce in: meno attrito, più velocità e maggiore durata dei cuscinetti ceramici. La soluzione tecnica prende il nome di Pal-Tech. 

Pesi e prezzi
  • Progress GX700, peso dichiarato 1560 grammi e 1490 euro la coppia.
  • la versione GX650, valore alla bilancia dichiarato 1500 grammi, 1490 euro la coppia.

a cura della redazione tecnica, immagini courtesy Progress Cycles.

progresscycles.com

Articolo precedenteFreeride World Tour con Arianna Tricomi
Articolo successivoEventi ACSI di ciclismo di interesse nazionale
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità