Pubblicità
Dolomiti
Home Ciclismo News Proteine e recupero, c’é Proaction IsoWhey
Pubblicità

Proteine e recupero, c’é Proaction IsoWhey

0
Proteine e recupero, c'é Proaction IsoWhey

Le proteine sono fondamentali per la costruzione, per la definizione della massa muscolare e risultano importanti per il corretto recupero quando si pratica un’attività fisica intensa. Proaction ha lanciato un nuovo integratore a base di sieroproteine isolate del latte Isolac: si chiama Protein IsoWhwy Zero.

Proteine e recupero, c'é Proaction IsoWhey

Le Proteine e i muscoli

Protein IsoWhey Zero di Proaction è un integratore finalizzato alla definizione della massa muscolare, al recupero post workout e contribuisce alla costruzione vera e propria del muscolo. Questo prodotto rappresenta l’evoluzione degli integratori proteici e oltre alle proteine del latte, contiene vitamine e glutammina.

Proteine e recupero, c'é Proaction IsoWhey

Un integratore per le discipline endurance

Proprio la sua formulazione lo rende particolarmente efficace nelle fasi di recupero per chi pratica endurance e sport di lunga durata. Proaction Protein IsoWhey Zero è low fat e sugar free perché contiene una bassa quantità di grassi (< 1%) e zuccheri (lattosio < 0,5%).  formulato con proteine di elevata qualità e altamente digeribili, ottenute da latte prodotto da mucche che pascolano almeno 10 mesi all’anno all’aria aperta. Un altro valore aggiunto è la totale assenza di glutine.

E’ disponibile nelle buste da 900 grammi e in due gusti: vaniglia e/o cioccolato. Il prezzo è di 49 euro.

a cura della redazione tecnica.

proaction.it

 

Articolo precedenteMEZZA MARATONA dell’ALPE di SIUSI il 4 LUGLIO
Articolo successivoBosch Nyon il nostro test
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità