Home Ciclismo Eventi Buona la prima per la Finger Cross di Marco Fontana
Pubblicità

Buona la prima per la Finger Cross di Marco Fontana

0
Foto di gruppo a fine Red Bull Finger Cross - Foto: Photografen
Lo spirito giusto per affrontare la Red Bull Finger Cross - foto: Photografen
Lo spirito giusto per affrontare la Red Bull Finger Cross – foto: Photografen

Domenica 19 novembre il borgo medievale di Vernasca, in provincia di Piacenza, ha ospitato ben 120 ciclisti per la prima edizione della Finger Cross, l’evento Gravel Point To Point nato dalla mente di Marco Aurelio Fontana, atleta del Team Bianchi Countervail, organizzato da Lugagnano Off-Road ASD e supportato da Red Bull. I partecipanti, con spirito tra il goliardico e lo sportivo duro e puro, si sono sfidati su un tracciato di 16 km e 550 m di dislivello, corto ma impegnativo. Non è mancato il divertimento, con tratti in ghiaia ed erba alternati a strade bianche e con passaggi per le scalinate di Vernasca da affrontare in pieno stile Ciclocross con la bici in spalla.

Si parte subito bici in spalla! - foto: Photografem
Si parte subito bici in spalla! – foto: Photografem
Il magnifico paesaggio dei Colli Piacentini, scenario della prima Finger Cross - foto: Photografem
Il magnifico paesaggio dei Colli Piacentini, scenario della prima Finger Cross – foto: Photografem

La partenza e l’arrivo sono stati nel cuore di Vernasca alla Pieve medievale, dove la giuria dello stile – fortemente voluta da Fontana – ha premiato i biker più originali e stilosi, che hanno saputo interpretare al meglio lo spirito della Finger Cross con parrucche, costumi e bici vintage o da strada. Infatti, il primo punto del regolamento recitava: Vince il primo che arriva ma se non ha stile non vince davvero!

Stile e goliardia alla Finger Cross - Foto: Michele Mondini
Stile e goliardia alla Finger Cross – Foto: Michele Mondini
Penna con la bici vintage, che stile! - foto: Photografem
Penna con la bici vintage, che stile! – foto: Photografem

Il Prorider ha sfruttato il fattore campo vincendo in campo maschile, davanti allo specialista dello scatto fisso Emanuele Poli (Supernove Factory ASD) e a quello dell’enduro MTB Nicola Casadei (CMC Cycling Experience) mentre in campo femminile è stata Francesca Saccu (Merida Italia Team) a primeggiare davanti a Marta Pastore (PB Carbobike O’clock) e Ania Bocchini (Supernova Factory ASD). Marco Aurelio Fontana ha voluto premiare anche i partecipanti più stilosi in gara. Tra parrucche, costumi e bici vintage i più originali e capaci di cogliere questo lato dell’evento sono stati il “rocker” Mattia Setti (Team Giant-Liv) e la “castorina” Ania Bocchini.

Ania Bocchini premiata come più stilosa - foto: Photografem
Ania Bocchini premiata come più stilosa – foto: Photografem
Il podio maschile: Fontana 1°, Poli 2°, Casadei 3° - foto: Photografem
Il podio maschile: Fontana 1°, Poli 2°, Casadei 3° – foto: Photografem

Ecco il commento del Prorider a fine gara: “Sono veramente out of the World per la Fingers Cross, ho visto le persone “capire” l’evento ed affrontarlo nella maniera migliore, dal look nell’abbigliamento alla ricerca della bici migliore senza dimenticare che hanno corso su una pista tosta senza battere ciglio! Ho ricevuto più complimenti che dopo aver vinto una gara. Sento che abbiamo creato qualcosa di forte che segnerà un passo importante per tutti quelli che vanno in bici in inverno, con stile, ed hanno voglia di mettersi alla prova.”

Fontana guida il gruppo in salita - foto: Michele Mondini
Fontana guida il gruppo in salita – foto: Michele Mondini

Il video della Red Bull Finger Cross

Info: Red Bull Finger Cross

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui