Home Ciclismo News Regala un sogno, l’asta benefica dei campioni
Pubblicità

Regala un sogno, l’asta benefica dei campioni

0
Regala un sogno, l'asta benefica dei campioni

RITORNA L’ASTA ONLINE BENEFICA “REGALA UN SOGNO” : CIMELI DEI CAMPIONI PER BENEFICENZA FINO AL 22-23-24 MARZO 2021

Ritorna anche quest’anno, per la 10° volta consecutiva, l’asta benefica “Regala un sogno”, un vero e proprio charity program accompagnerà gli amanti del ciclismo e non solo fino al post Milano-Sanremo con oggetti prestigiosi provenienti dai campioni e campionesse del pedale.

Regala un sogno, l'asta benefica dei campioni

Regala un sogno 2021

Nel 2020, in piena emergenza sanitaria e durante il lockdown, l’asta fu dedicata alla Protezione Civile. Quest’anno il ricavato sarà a favore dell’Associazione Proviamo Insieme Per l’Handicap. Anche in una stagione difficile come questa, l’evento benefico è stato confermato, promosso dal meccanico azzurro Enrico Pengo, sul sito www.regalaunsogno.org fino al 22-23-24 Marzo (come lo scorso anno ci saranno 3 sezioni che si concluderanno in giorni diversi).

Campioni a 360°, uomini e donne

Al momento hanno aderito campioni e campionesse del ciclismo su strada, della pista e del ciclocross, ma anche della mtb. Tra gli oggetti spiccano i nomi di campioni come Matteo Trentin, Julien Alaphilippe, Tadej Pogacar, Giovanni Visconti, Alberto Contador, Filippo Pozzato,Leonardo Paez e azzurri come Marco Marcato, Davide Martinelli, Simone Velasco, Jakob Dorigoni.

Tra le donne troviamo le azzurre Elisa Balsamo, Alice Maria Arzuffi, Francesca Baroni. Importante anche il supporto dei teams e delle aziende che supportano l’asta con del materiale limited edition: ringraziamo Astoria, Scicon, Specialized, Sidi, FSA, Ottica Le Volte Oakley, ProAction. Altri nomi importanti si stanno aggiungendo – come da prassi- in questi giorni.

Proviamo Insieme per l’Handicap

L’asta supporta da anni l’attività dell’associazione “Proviamo Insieme per l’Handicap”. L’Associazione di volontariato “Proviamo Insieme per l’handicap“, nata il 16 febbraio 1997 e diventata O.N.L.U.S. ( Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) il 7 novembre 2000, ha sede in Viale Venezia a Camisano Vicentino (Vi).

L’ associazione coinvolge circa un centinaio di volontari con lo scopo di aiutare portatori di handicap psichici e fisici, residenti nel Comune di Camisano Vicentino e nei paesi limitrofi, e le loro famiglie. Nel 2002 il Comune di Camisano concede, in comodato gratuito per 30 anni, una vecchia fattoria. L’ Associazione ristruttura a proprie spese, prima la Casa colonica, creando un centro occupazionale diurno per 30 ragazzi chiamato casa “IL SOGNO “, poi dal 2009 la stalla e il fienile per farne una “Casa famiglia” per 10 persone. L’asta supporta il progetto della Casa Famiglia “Dopo di Noi”.

Ma a favore anche della Fondazione Michele Scarponi

Una parte del ricavato di quest’anno sarà devoluto anche quest’anno alla Fondazione Michele Scarponi, intitolata al grande campione marchigiano scomparso il 22 aprile del 2017. La Fondazione si batte per la sicurezza di chi pedala sulle nostre strade ed è stata voluta dalla famiglia di Michele.

La sezione DONA SUBITO

Anche quest’anno è presente – per tutti i collezionisti e appassionati- una sezione “Dona Subito”. Si possono trovare abbigliamento vintage, borracce Elite Limited Edition e dorsali dei principali giri a tappe.

Per info sul Dona Subito clicca qui :

https://www.regalaunsogno.org/dona-subito/dona-subito-2021

Articolo precedente24ORE Business School e la Donna nello Sport
Articolo successivo2021, IL RITORNO DI PUMA RUNNING
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità