Pubblicità
Home Ciclismo Prodotti Scarpa Mojito Bio, è quella del Giro d’Italia
Pubblicità

Scarpa Mojito Bio, è quella del Giro d’Italia

0
Scarpa Mojito Bio, è quella del Giro d'Italia

Una calzatura dedicata al Giro d’Italia, biodegradabile e che arriva da un’azienda leader nel settore calzaturiero? Eccola, è la Scarpa Mojito Bio in edizione speciale. Questa calzatura, che fa parte della categoria urban outdoor, ha ricevuto la certificazione Green Leaf Intertek.

scarpa mojito bio giro d'italia

Scarpa Mojito Bio

Sono diverse le aziende che utilizzano il Giro d’Italia come vetrina, come palcoscenico e come strumento per farsi vedere al grande pubblico. I marchi non sono solo quelli legati al mondo della bicicletta e l’azienda veneta Scarpa ne è un esempio. Certo, il brand di Asolo è leader nel mondo dell’outdoor urban, ma trovare un marchio come Scarpa al fianco del Giro è motivo di orgoglio. Mojito Bio Giro d’Italia è la scarpa in edizione speciale che è stata confezionata in occasione della nostra corsa a tappe. Ha una colorazione dedicata ed ha un concept green, perchè è biodegradabile. Vediamo come e perché.

scarpa mojito bio

Come è fatta

I materiali con i quali è costruita sono stati modificati rispetto a quelli convenzionali e standard. L’obiettivo è quello di rendere il prodotto, nella sua totalità, facilmente decomponibile e attaccabile dai batteri. La Green Leaf certification di Intertek ha attestato che, dopo 45 giorni in condizioni controllate dello standard ASTM D5511, la percentuale di biodegradazione dei materiali di suola, battistrada e tomaia è già tra il tra il 6% e l’8%.

La tomaia

La parte superiore della Scarpa Mojito Bio è realizzata in PET filato con tecnologia Knit, senza scarti di produzione. Questo fa sì che, al termine del processo di decomposizione, non restino tracce di plastiche nell’ambiente. Il packaging è realizzato con carte certificate FSC. Ha un’allacciatura ampia e di derivazione climbing, ampiamente personalizzabile.

suola scarpa mojito bio giro d'italia

La suola

Utilizza la Suola Presa, sviluppata da Scarpa e realizzata in due componenti. L’intersuola è in EVA biodegradabile a media densità per il massimo della stabilità. Il battistrada invece è prodotto con una mescola biodegradabile, che include gomma naturale. Sempre in merito alla suola, è caratterizzata da un ottimo grip e una durata equiparabile alla gomma sintetica. Il design dei tasselli è differenziato, per garantire il migliore grip dove è necessario, il comfort, l’aderenza e anche la frenata.

scarpa.net

Articolo precedenteGranfondo Laigueglia Lapierre, tutti la aspettano
Articolo successivoTrek Fuel EX 9.8 GX il nostro test
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità