Selle San Marco Shortfit iridescent il test

0
selle san marco shortfit iridescent il test
test shortfit

Ci viene da dire: “chi prova una sella corta, ben concepita e disegnata, ben posizionata sulla bici, difficilmente torna indietro. Selle San Marco Shortfit è la sella corta dell’azienda veneta, questo modello con con livrea iridescente è una sorta di special edition. Comfort, qualità costruttiva e il rapporto tra qualità/prezzo sono i punti chiave di questo prodotto.

selle san marco shortfit iridescent il test
Questa immagine mette ben in mostra il design e lo shape della sella, con il foro e la depressione.Bella la livrea riridescente che diventa usa sorta di metallizzato quando colpita dal sole.

Selle corte tra realtà e novità

Nonostante la categoria delle selle corte sia ormai una realtà, le domande e questioni che vengono poste sono ancora molte. Fa parte del dna del ciclista stradista, sempre dubbioso nel lasciare la “zona comfort” e le abitudini, meno incline alle prove e sperimentazioni di nuovi progetti (se messo a confronto con un biker, solo per fare un esempio).

Uno strumento tecnico

Si, la sella è uno strumento prima di tutto, perché grazie alla sua prestazione e valore tecnico, l’utilizzatore è influenzato nell’erogazione dello sforzo atletico. Se la sella non è adatta alle tue esigenze, o sei posizionato male in sella, comprometti la tua performance atletica.

selle san marco shortfit iridescent il test
Un design complicato e per nulla banale. In questa inquadratura si nota la svasatura centrale, l’Open Fit, ma anche una sorta di spoiler posteriore, così come le due “ali”. Nel complesso la Shortfit offre un sostegno eccezionale e al tempo stesso non genera fastidi e pressioni. A questo si aggiunge un naso morbido il giusto.

Selle San Marco Shortfit

Selle San Marco Shortfit, lee sue misure ci parlano di una sella lunga 250 mm e larga 144, con ampio foro centrale (open-fit) e una forma waved, ovvero un’ampia depressione centrale che raggiunge i 5 mm di dislivello rispetto a punta e retro.

La Shortfit è classificata come L3 nella scala IDMatch (adatta a chi ha una distanza intertrocanterica larga). Qui di seguito riprendiamo una precedente pubblicazione in merito al concetto IDMatch.

Ecco alcuni consigli per scegliere la sella giusta

Iridescente, tra viola, purple, blu e nero, con valori al pari di una sella carbon

La cover iridescente in Microfeel è la naturale copertura di una struttura Biofoam a cellule chiuse. Lo scafo, rinforzato al carbonio è dotato di due rails in Xsilite, una lega che adotta un’elevata percentuale di silice: leggera e rigida il giusto. Parliamo di una sella che pesa 170 grammi (dichiarati e rilevati), bella da vedere e che ha un prezzo di listino di 159 euro.

Shortfit Open Fit L3 le nostre impressioni

Selle San Marco Shortfit è sicuramente una delle massime espressioni in fatto di selle corte, per quanto concerne comfort e versatilità del prodotto. Non stiamo scrivendo di una sella da turismo, ma di un prodotto di nuova generazione che è capace di far collimare molti punti di sviluppo, senza che uno di questi prevalichi sugli altri. Ad esempio la soluzione open (il foro centrale), che abbinato alla depressione e all’imbottitura, offre comfort, stabilità, anche quando si sta seduti per lunghi periodi e aerazione.

shortfit iridescent il test
La parte inferiore della sella, con lo scafo e i due rails in lega.

Il rivestimento anche sui lati, molto più che un dettaglio

Inoltre, proprio lo shape di questa zona, permette di sfruttare a pieno gli appoggi laterali, a favore di prestazione e comodità. In aggiunta vogliamo evidenziare il fatto che, la cover copre tutto lo scafo. Ai lati non si vedono i bordi e anche questo diventa un vantaggio. La sella è arrotondata e lo shape agevola una pedalata profonda, senza che i muscoli della coscia si scontrino con lo scafo più rigido.

san marco shortfit iridescent il test
Un’altra inquadratura che fa apprezzare la forma della Shortfit e la sezione del suo Open Fit. Siamo in ambito racing, ovvero una sella per agonisti, ma che grazie alle sue qualità si volge ad un ampia utenza.

Una volta correttamente posizionata è molto comoda

La sua forma non è così immediata in fase di settaggio ottimale. Sono necessarie, a nostro parere, almeno un paio di re di utilizzo per trovare l’inclinazione corretta e prendere il giusto feeling, in special modo per chi arriva dalle selle flat (e magari senza canale centrale). A tutto questo si aggiunge un naso che, grazie al suo design, non schiaccia a non comprime.

Selle San Marco Shortfit in XSilite valori da sella in carbonio

I due binari sono dotati di una zigrinatura fitta, grippante e sicura. Questa Shortfit è una sorpresa, quando le ore di bici raggiungono livelli importanti di endurance, perché la sua capacità di offrire comfort è molto elevata. Ci troviamo di fronte ad una sella che pesa quanto un prodotto in carbonio, ma che costa meno e che al tempo stesso garantisce prestazioni di livello top.

A cura della redazione tecnica, foto redazione tecnica

sellesanmarco.it

Articolo precedenteGranfondo Luca Avesani raccontata da noi
Articolo successivoNorthwave Rebel 2 Camo il test
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui