Shimano S-Phyre limited edition Aurora

0

Shimano lancia un’edizione limitata delle calzature top di gamma S-Phyre e degli occhiali della stessa fascia, prodotti dedicati a chi ama far collimare il design moderno alle prestazione di alto livello. Questi nuovi prodotti prendono il nome di Aurora, che arriva da aurora boreale, non a caso le colorazioni ricordano proprio il fenomeno polare. La caratteristiche tecniche delle scarpe e degli occhiali sono le medesime delle ultime versioni inserite nel catalogo.

S-Phyre Aurora

In merito alle nuove calzature, queste saranno solo 700 paia disponibili: Le Shimano S-Phyre RC9 sono state utilizzate d alcuni atleti del Team Jumbo-Visma al Tour Down Under in Australia.

S-Phyre Aurora

In abbinamento alla calzatura Shimano, ecco gli occhiali Aurora S-Phyre R con lente in policarbonato ottimizzato Polarizzato (PL), capace di offrire una veduta ampia senza disturbi, costruita in monoblocco e con frame ultraleggero. Questi occhiali sono realizzati con lo stesso schema di colori a base blu, viola e turchese delle calzature Aurora S-PHYRE.

Gli occhiali S-Phyre Aurora

Per gli amanti dei numeri: le calzature  Aurora S-PHYRE RC9 pesano 232g e sono disponibili nelle taglie 36-48 (comprese mezze misure e opzioni a pianta larga). Gli occhiali Aurora S-PHYRE hanno un peso di soli 25,6 g. Sia le calzature che gli occhiali saranno disponibili presso una selezionata cerchia di rivenditori Shimano S-PHYRE a partire dal mese di Febbraio.

Gli occhiali S-Phyre Aurora

shimano.com

 

 

Articolo precedenteACEA MARATONA DI SAN VALENTINO a Terni
Articolo successivoFrancisco Porcella a Moena con i DEEJAY Xmasters
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui