Pubblicità
Home Mtb Test Specialized Epic Evo Expert il nostro test
Pubblicità

Specialized Epic Evo Expert il nostro test

0

Estremamente leggera per la categoria, più rigida e più aperta per essere più performante in salita e in discesa, la nuova Specialized Epic Evo è una bici da Downcountry incredibilmente veloce.

Quando Specialized ha introdotto la nuova Epic da XC Race, ha lanciato allo stesso tempo una versione Evo focalizzata sul divertimento (qui la nostra anticipazione). Questo mix di leggerezza e prestazioni di stampo cross country, con una componentistica e una geometria di derivazione trail biking, è uno sballo assoluto per le pedalate più dure e più lunghe su ogni tipo di terreno. Guardate il video e continuate a leggere per scoprire come ci siamo trovati.

Specialized Epic Evo Expert - action 05Design

Il telaio in carbonio condivide il look con la sorellina Epic, con una geometria rivisitata per una forcella da 120 mm di travel. Lo sterzo si apre a 66,5°, il reach si riduce a 460 mm per la taglia large in test, un valore ancora relativamente lungo per una full suspended di chiara derivazione cross country. Il triangolo anteriore è identico alla 100 mm, mentre cambia il carro pur apparendo simile: ammortizzatore collocato al di sotto del top tube, collegato al piccolo link del carro che sfrutta la flessione controllata dei foderi bassi in carbonio in luogo del giunto tradizionalmente posizionato davanti e leggermente più in basso all’asse ruota posteriore. Anche la posizione del perno principale, perfettamente in linea con la catena e direttamente sopra il movimento centrale, è identica. Cosa cambia allora? Manca la tecnologia Brain, con il travel che cresce a 110 mm.

Un sistema così essenziale consente il raggiungimento di un’eccellente soglia di peso: il telaio in carbonio FACT 11m della versione Expert in test pesa infatti 1.759 g, ammortizzatore compreso. Il frameset in fibra FACT 12m della S-Woks ferma l’ago della bilancia a 98 g in meno. La particolarità sta nella diversificazione della stratificazione del composito in base alle taglie, in modo che prestazioni, solidità e feeling in sella siano le stesse per biker di altezza e peso differenti.

Specialized ha curato ogni dettaglio, con un occhio di riguardo alla praticità: il movimento centrale è filettato; sul fodero basso destro è applicata una robusta protezione che contribuisce anche a smorzare il rumore della trasmissione; un parafango minimale in gomma è applicato appena dietro al fulcro principale; il passaggio dei cavi è completamente interno, con routing ottimizzato; il cambio posteriore è fissato al forcellino universale SRAM UDH (Universal Derailleur Hanger); all’interno del triangolo principale possono essere alloggiate due borracce. Non è previsto il vano porta oggetti SWAT dentro al tubo obliquo, sostituito da un supporto integrato per il multi tool EMT, collocato al di sotto del portaborraccia montato appunto sul down tube.

Geometria

L’aggressivo angolo sterzo da 66,5° è accompagnato da altre quote geometriche più conservative: angolo sella da 74,5°, movimento centrale alto 336 mm, foderi bassi lunghi 438 mm. Per chi preferisce un approccio ancora più tradizionale, è possibile sfruttare il Flip Chip collocato sul supporto dell’ammortizzatore per chiudere lo sterzo di mezzo grado e alzare il movimento centrale di sei millimetri.

Il passaggio ruota posteriore è ampio, consentendo il montaggio, e l’utilizzo anche in condizioni fangose, di uno pneumatico da 2,4” di sezione.

Il piantone sella è relativamente alto, così come il top tube dallo standover (altezza mediana) non così contenuto (793 mm). I 470 mm del seat tube obbligano a verificare la taglia prima dell’acquisto considerando che la nostra large monta un telescopico di serie da 150 mm (tubo verticale da 520 mm per la XL, sempre con dropper post da 150 mm).

Epic Evo Expert - 08Componenti e costruzione

La selezione di componenti offre un buon equilibrio tra controllo, prestazioni e leggerezza. Le sospensioni sono prive si sistema proprietario Brain, con un’impronta più escursionistica e meno racing. La forcella prevede una leva che controlla la compressione alle basse velocità, dalla posizione aperta al blocco, mentre l’ammortizzatore ha solo due posizioni, Open e Firm. Specialized ha lavorato con Rock Shox per mettere a punto l’ammortizzatore SIDluxe Select+. Il tuning RX XC è più sostenuto, per prestazioni più esaltanti e bilanciate sui trail veloci dal fondo compatto. L’anteriore è molto solido, grazie agli steli da 35 mm ereditati dai modelli dedicati al mondo trail/enduro.

Il cockpit è ben dimensionato, con una piega low rise da 750 mm montata su un attacco lungo 60 mm. I freni SRAM G2 RS offrono una potenza extra che porta la confidenza nella guida a un livello superiore, mentre il telescopico X-Fusion Manic da 150 mm svolge con efficacia il suo lavoro. Nota di merito per la sella Specialized Body Geometry Power Sport: lunghezza contenuta, seduta larga e naso ampio per un super efficacie mix tra supporto nella pedalata e comfort su lunghe distanze.

Su una full suspended di questa classe ci saremmo aspettati una trasmissione 1x12v con corona anteriore da 34 denti, anche se la combinazione più leggera da 32×50 sarà amata da tutti i biker non così allenati per superare le rampe più ripide o alleggerire l’azione durante le ascese più lunghe.

Ottime le ruote con cerchi in carbonio Roval Control (canale interno da 25 mm) montati su raffinati mozzi DT Swiss 350. Supportano pneumatici Specialized Ground Control e Fast Trak 29×2,30”, entrambi tubeless ready con mescola Gripton e carcassa Control.

Specialized Epic Evo Expert - action 01Guida e prestazioni

Le impressioni iniziali sono di una cross country potenziata, precisissima in curva, confidente in discesa, e capace di scaricare a terra ogni watt impresso sui pedali. Usando due parole, questa Epic Evo Expert è una bici molto efficiente e diretta.

Le sospensioni sono le maggiori responsabili di queste sensazioni positive. La forcella SID è molto precisa per il suo peso, più che all’altezza quando si tratta di caricare la ruota anteriore alla ricerca del massimo grip. La messa a punto dell’ammortizzatore posteriore predilige una risposta reattiva e nitida, rendendo necessario salire con il Sag da un iniziale 20% di stampo XC sino a un 25% abbondante di impronta trail bike, per sfruttare completamente la corsa al retrotreno.

Specialized Epic Evo Expert - action 02È interessante notare che il telaio più rigido e la messa a punto molto stabile della sospensione posteriore porta a un retrotreno che pecca nel leggere ogni sconnessione del terreno, mancando quel feeling proprio da trail bike – più morbido e fluido – di altre full suspended da Downcountry di ultimissima generazione. Questo non significa che, sui fondi più compatti e veloci, manchi la trazione e che la guida diventi impegnativa, divorando preziose energie.

Un comportamento del genere sarà apprezzato da chi ama una guida spumeggiante, con la sensazione di essere direttamente connessi con il trail. È quella rara combinazione di peso ridotto, precisione e vivacità che ha contraddistinto ogni singolo giro con la Epic Evo Expert.

Specialized Epic Evo Expert - action 03Questa Specialized diventa anche un’arma potente per quelle impegnative marathon dove è necessario razionare il vostro sforzo fisico e mentale, potendo godere di un rapporto più vantaggioso in termini tra velocità generata e watt applicati di molte full suspended dedicate alla disciplina, e di un apprezzatissimo extra per maneggevolezza e controllo nel guidato e in discesa.

Campo di utilizzo

Estremamente leggera, esaltante in pedalata, con il plus della sicurezza e del controllo che offre nelle sezioni guidate e in discesa. È una full suspended abbastanza leggera da essere competitiva sui tracciati Marathon più tecnici, con una messa a punto delle sospensioni realmente efficace e una lista delle specifiche ben congegnata. Non è la più capace sui terreni accidentati, ma in ogni altra situazione è un’arma affilatissima per giocare sui trail.

Specialized Epic Evo Expert - action 04Questa Epic Evo Expert è al momento una delle più fiere rappresentanti della recente categoria Downcountry. Questa potrà sembrare poco più di una moda, ma spero che più cross country siano come la Epic Evo in futuro.

Pro

  • Telaio leggerissimo
  • Sospensioni equilibrate con tuning efficace
  • Guida precisa
  • Ottima selezione di componenti

Contro

  • Standover alto

Specialized Epic Evo Expert - left sideMisure telaio

  • Taglia L
  • Piantone 470 mm
  • Carro 438 mm
  • Movimento centrale 336 mm
  • Angolo sterzo 66,5°
  • Angolo sella 74,5°
  • Reach 460 mm
  • Stack 611 mm

Abbigliamento shorts Fox, guanti Dainese, calze e giacca Specialized
Casco/occhiali Bollé Adapt MIPS e B-Rock Pro
Scarpe Shimano ME5

Info: Specialized

[foto still: Cristiano Guarco | action: Luca Ghigliani]

Downcountry? E che diavolo è?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement