Pubblicità

Team Cofidis torna alla grande nel World Tour

0
Guillaume Martin, team cofidis
team cofidis

La notizia ufficiale è stata veicolata nelle scorse ore: il Team Cofidis entra nel World Tour e scrive così un’altra pagina di storia che ormai dura da molte stagioni. Cofidis è sponsor e azienda proprietaria della squadra di ciclismo, unico caso nel mondo dello sport pedalato professionistico.

Elia Viviani

Un roster importante

Il nostro Elia Viviani, che nonostante una stagione poco felice in termini di risultati è sempre pronto a dare battaglia. La conferma di un corridore che non si tira indietro quando la strada sale, ovvero il capitano Guillaume Martin.

Il corridore transalpino aveva concluso come miglior francese dell’ultimo Tour de France. A La Vuelta è stato protagonista in ben 7 fughe e per sei volte nella ‘top 10’, risultati che gli hanno permesso di essere per quattro volte il corridore più combattivo (che alla Grand Boucle significa indossare il numero rosso), di conquistare il podio e la maglia a pois.

Team Cofidis torna alla grande nel World Tour
Guillaume Martin a Lavuelta

Martin e la maglia di miglior scalatore

Guillaume ha conquistato la maglia a pois come miglior scalatore a La Vuelta. «Indossare questa maglia a pois è motivo di grande orgoglio. È una maglia molto simbolica quando sei uno scalatore e anche molto popolare. È ancora più prezioso perché la nostra squadra ha una storia speciale con questa maglia, con David Moncoutier e Nicolas Edet. Indossare questa maglia durante la mia prima stagione in Cofidis è un inizio promettente. Il modo in cui l’ho conquistata ha cambiato le mie abitudini. Questa volta ho corso in modo rilassato, attaccando molto spesso. Mi sono divertito molto”. Ha affermato Martin.

Il team manager Vasseur del Team Cofidis

Molto soddisfatto anche il direttore generale, Cédric Vasseur «Il risultato di questa Vuelta è più che soddisfacente. Sono orgoglioso di ciò che abbiamo realizzato e desidero congratularmi vivamente con tutta la squadra, i corridori e lo staff per questa grande prestazione».

a cura della redazione, foto Cofidis e TDW.

cofidis.it

Articolo precedenteSurf a Chilometro Zero
Articolo successivoRudy Project Keyblade Running vede il futuro!
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui