Home Prodotti Mountainbike Terra VR|46: intervista a Cristian Trippa
Pubblicità

Terra VR|46: intervista a Cristian Trippa

0

Abbiamo intervistato Cristian Trippa, e-bike Specialist Manager di MT Distribution, che ha in licenza il marchio VR|46 per le bici a pedalata assistita e che ha creato la prima eMTB di Valentino Rossi.

Terra VR|46 eMTB Limited - 01

Dopo l’annuncio all’Italian Bike Festival 2021 di Rimini, MT Distribution e VR|46 hanno presentato allo stand VR|46 Equipment di EICMA 2021 una eMTB premium da enduro con ruote Mullet e 160 mm di travel, che ambisce a unire il meglio di ciclismo e motociclismo. La qualità progettuale del Made in Italy – la bici è stata concepita tra Tavullia e Bologna – e nella selezione dei componenti è evidentissima sin dal primo sguardo

Scoprite come il team guidato da Cristian Trippa, di cui fanno parte anche Fabrizio Dragoni – geniale inventore dello spider attivo Ochain – e Dragoni Design Lab, ha creato da zero la eMTB Terra VR|46 guardando il video in cima alla pagina.

Terra VR|46: pura eccellenza Made in Italy

Vi abbiamo già introdotto la eMTB Terra VR|46 con la presentazione ufficiale avvenuta a EICMA 21, ora è il momento dei andare più a fondo scoprendo tutti i dettagli della prima bici a pedalata assistita firmata Valentino Rossi.

In fiera era presenta un prototipo della versione top di gamma Limited (solo 46 esemplari firmati da The Doctor). La versione finale avrà telaio in alluminio idroformato 6061-T6 dalle identiche forme, pensato per la massima solidità, rigidità e resistenza agli usi e abusi del mountain biking assistito dal motore. Questo ospita un motore Bosch Smart System di ultima generazione, con batteria integrata da 750 Wh e nuovi controller e display sul manubrio, anche se Cristian ci ha anticipato che la commercializzazione della bici avverrà insieme a una nuova e succosa novità del marchio tedesco, di cui non possiamo ancora svelarvi nulla…

L’intenzione è di continuare a lavorare sul telaio, con i designer italiani che stanno già pensando a una possibile evoluzione basata su frameset in carbonio, sempre Made in Italy e che potrebbe vedere la luce fra due anni.

Allestimento da urlo

Terra VR|46 eMTB Limited - 07L’allestimento della Terra VR|46 Limited promette davvero faville sui trail, merito anche  del montaggio al top: sospensioni Ohlins (Andreani Group), FSA per il cockpit e le pedivelle in carbonio – come la piega rise – su cui è montato lo spider attivo Ochain, Pirelli per gli pneumatici al cui interno sono presenti gli inserti protettivi Technomousse, sella Fizik specifica per e-bike, trasmissione elettronica senza fili SRAM, Crank Brothers per le ruote Mullet e per il reggisella.

Questi ultimi sfruttano la pregiata fibra di carbonio rispettivamente per i cerchi Synthesis e-Bike (sezione anteriore di 30 mm e posteriore di 35 mm) e per lo stelo del telescopico Highline 11. Questa è una vera chicca, di prossima introduzione sul mercato, che promette di essere il dropper post più leggero al mondo.

Geometria personalizzabile

Grazie al Flip Chip collocato sull’attacco dell’ammo a molla Ohlins sul telaio, è possibile mutare il carattere della bici, assecondando lo stile di guida personale e i tracciati affrontati: piantone sella verticale per il massimo supporto nelle salite più irte e tecniche, reach che segue le tendenze attuali ma senza esagerare per una guida svelta e intuitiva, e interasse importante per la massima stabilità in discesa, e carro contenuto – grazie alla ruota posteriore da 27,5″ – per un’ottima maneggevolezza.

Eccole riassunte: angolo sterzo di 65,5°/64,5°, BB Drop di 0/15 mm, piantone sella da 76/75°, carro lungo 450/454 mm, reach da 470/460 e 490/480 mm sulle due misure M e L.

Le competizioni nel cuore

Terra VR|46 eMTB Limited - 08Tornando al telaio, è evidente l’ispirazione al mondo racing, e non poteva essere altrimenti: Valentino Rossi è sinonimo di competizione ai massimi livelli. Le forme sono molto squadrate, con angoli vivi per il triangolo anteriore dominato dal down tube sovradimensionato in cui spicca il logo a contrasto – lucido su opaco – VR|46. Il piacere è grande nell’osservare una eMTB dalle linee tese e filanti, che fa venire voglia di spremerla a lungo e a fondo sui trail.

Il motore è integrato in una spigolosa struttura scatolata, con i profili smussati che compaiono sul massiccio rocker arm in lega leggera che aziona l’ammortizzatore Ohlins TTX 22 M Trunnion. Classiche forme arrotondata anche per il tubo di sterzo, da cui parte la forcella RXF 36 M2 Air con offset da 44 mm (la versione finale dovrebbe montare la più massiccia e rigida RXF 38 Air).

Terra VR|46 eMTB Limited - 06I dettagli di pregio non mancano, come i cuscinetti e relativi perni oversize del carro posteriore (un quadrilatero articolato con snodo sui foderi bassi), il cablaggio interno al telaio, piantone sella dalla lunghezza relativamente contenuta per favorire l’utilizzo di telescopici dall’elevato abbassamento (440 e 475 mm sulle taglia M e L).

Non si conoscono ancora i prezzi, probabilmente Terra VR|46 Limited dovrebbe aggirarsi intorno ai 10 mila euro, mentre la sorella minore Terra VR|46 Premium intorno alla soglia di 7.000 euro.

Ochain: Intervista a Fabrizio Dragoni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui