Pubblicità
Dolomiti
Home Ciclismo News Test Bontrager xXx, le prime impressioni
Pubblicità

Test Bontrager xXx, le prime impressioni

0

DSC04179

Bontrager XXX è la top di gamma della casa americana, calzatura tanto sofisticata quanto semplice ed efficace, caratterizzata da una linea e vestibilità asciutte, scarpa esclusiva ed elegante. La suola raggiunge il massimo livello di rigidità possibile con un indice di 14 punti, abbinata ad una tomaia morbida ed essenziale.

Ottimale il posizionamento dei fori per i cleats del pedale.

DSC_7608

Bontrager XXX fa parte della Platinum Series e mette insieme pesi molto ridotti abbinati a caratteristiche elevate in termini di rigidità.

La suola è una full carbon Bontrager con grado di rigidità 14, comparto che presenta delle asole per una aerazione ottimale del piede e il tradizionale posizionamento delle tacchette a tre fori. Suola e tomaia danno vita al concetto InForm Pro, protocollo che adotta un’ergonomia di ultima generazione, High Performance Fit. La parte superiore della calzatura è prodotto grazie alla membrana Premium Clarino, leggera, confortevole e traspirante. Il sistema di chiusura è composto dai due Boa Ip1, non disassati ma in linea tra loro con l’aggiunta di un velcro inferiore. Quest’ultimo ha l’obiettivo di rendere ancora più omogenea la ritenzione nella parte bassa della scarpa, senza forti pressioni sul piede. Lungo tutta la tomaia sono presenti degli inserti in mesh che amplificano l’ingresso dell’aria, una sorta di piccole finestre abbinate ai fori laterali. Nella parte interna si notano gli spessori ridotti della tomaia, un plantare essenziale ed ergonomico, comunque efficace.

DSC04183

Particolare è il tessuto che completa la porzione del tallone, una sorta di contro-trama che blocca il piede all’interno della scarpa, limitando scivolamenti e spostamenti. Bontrager XXX è disponibile in doppia versione, per uomo e per il pubblico femminile, con taglie comprese tra la 36 e 49.

DSC04182

 

LE PRIME IMPRESSIONI

 

Rigida e comoda nello stesso tempo, decisamente fitting nella vestibilità e ben ventilata.

Partiamo dalla suola, in particolare dalla sua forma: potremmo dividerla in due sezioni, la prima frontale e centrale, la seconda che comprende la porzione posteriore.

La prima parte è rigida, quasi massiccia ma mai fastidiosa (anche per quanto riguarda l’arco plantare), capace di far sentire il pedale, trasmettendo un feeling immediato e continuo, tanto in fase di spinta, quanto nei momenti di trazione. La pianta larga e la punta alta sulle dita ( le dita hanno abbondante spazio interno per muoversi), assicurano e confermano quanto si percepisce alla vista, comoda e senza costrizioni.

Man mano che si scorre verso la porzione posteriore, la XXX si asciuga e si stringe, adattandosi al piede. Buono il comportamento dei due Boa con tiraggio in linea dei cavi, entrambi efficaci a cui però è necessario porre attenzione, per non stringere troppo. La linguetta della calzatura non presenta guide e inserti plastici a protezione dei cavi Boa. Il rotore più basso amplifica la sua zione di chiusura aiutato dal velcro.

Altro aspetto che ricopre un’importanza rilevante è la ventilazione interna: il piede rimane costantemente asciutto, mai troppo caldo, con notevoli vantaggi nel corso di una performance di medio e lungo termine. Il plantare interno è sottile, non ha soluzioni ricercate ma il suo design ha un’ergonomia di buon livello.

DSC04184

Pubblicità
Dolomiti