Enzo Cavallini, col braccio vince le heat nel QS

Il rider Sequoia Surfboards ha affrontato il Seat Pro Netanya con un braccio rotto raggiungendo il round quattro dell’importante tappa QS da 3000 punti.

19/01/2019
scritto da Michele Cicoria

Vi abbiamo già presentato il giovane pro surfer francese in questa intervista esclusiva (CLICCA QUI), oggi torniamo a parlare di lui per un’impresa che ha quasi dell’incredibile. Il team rider Sequoia Surfboards, ha recentemente partecipato al SEAT Pro Netanya, importante tappa QS svoltasi a Kontiki Beach, in Israele, e vinta da Eithan Osborne.
Pochi giorni prima del contest Enzo si è rotto il braccio destro praticando snowboard, ma nonostante l’infortunio e il gesso ha partecipato lo stesso alla gara, superando le prime tre heat e raggiungendo così il quarto round!

Ecco le sue parole a fine gara:
“Una settimana prima di Netanya QS 3000 ad Israele mi sono stupidamente rotto il braccio in snowboard (frattura del radio). Ho deciso però di competere ugualmente, il braccio mi faceva male a remare e nel fare la duck dive, ma potevo comunque surfare. Ho superato sia il secondo che il terzo round, al quarto round ho fatto una mancanza di priorità a 3 secondi dalla fine e Matthew Macgillivray mi ha bruciato. 
Sono uscito da questa heat deluso e arrabbiato, stavo surfando molto bene, comunque un 17° posto con un braccio rotto in un QS da 3000 punti non è poi così male!”

Alla stesso contest, svoltosi sulla spiaggia dell’estremo oriente Mediterraneo, ha partecipato anche il surfer sardo Matteo Calatri, uscendo dal contest alla prima heat in terza posizione, fermato da Ely Cassirer (secondo) e Ian Crane (primo).

 

 

Potrebbe interessarti anche

Commenti