IndieCampers Portugal road Trip by Rip Curl – DAY 4

Il secret, Ericeira e la welcome night di Rip Curl Europe

23/10/2016
scritto da Michele Cicoria

Scostiamo le tendine del camper per vedere com’è il tempo, ma tutto quello che vediamo è uno spesso strato di condensa. E’ l’alba, il cielo è ancora scuro ma come deciso la sera prima ci dobbiamo preparare in fretta. Vivere in un camper in quattro è un po’ come una continua partita a tetris, dobbiamo costantemente spostare i bagagli come fossero i mattoncini colorati del famoso videogioco. Fortunatamente ormai siamo ben allenati e ci mettiamo poco a partire, destinazione un secret che ci ha confidato un amico che vive in questa zona da anni. Ci arriviamo in poco tempo, le indicazioni fortunatamente sono precise, ci buttiamo in acqua con la solita fame che contraddistingue il surfista mediterraneo.

La mancanza di vento regala anche questa mattina uno scenario fantastico: barre di 1 m abbondante che srotolano una dopo l’altra con una precisione surreale, una combinazione perfetta tra misura, marea e vento, lo sforzo da fare per tornare in line up ogni volta è minimo grazie al canale formato dalla rip current. Rimarremmo in acqua ancora per ore, ma la lancetta dell’orologio scorre veloce ed il fotografo si sbraccia dalla riva per ricordarci che abbiamo un altro impegno. Tutti di nuovo in camper per partire alla volta di Ericeira. La leggenda narra che Ericeira significhi “terra di ricci”, per la quantità abbondante di ricci che venivano trasportati dall’oceano fin sulle coste, è allora che ci rendiamo conto che non aver portato i calzari potrebbe rivelarsi una scelta azzardata. Facciamo il nostro ingresso nello spot godendo di un panorama mozzafiato, il parcheggio molto ampio ci mette ancora più di buon umore. Quando poi vediamo la struttura in legno a ridosso della spiaggia rimaniamo senza parole: ampie docce al coperto per poter entrare e sciacquare anche la propria tavola, servizi igienici puliti e gratuiti. Un accogliente bar con comode poltrone dove adagiarsi per guardare le immagini della tappa wsl ancora in corso. Incontriamo Andrea Civelli, sales e marketing manager di Rip Curl Italia, che ci stava aspettando qui ad Ericeira per condividere insieme la session.

Una rapida occhiata alle onde ci fa intendere che questo pomeriggio non sarà una passeggiata, ci aspetta una destra molto potente con misura impegnativa. Considerando che il fondale è un lastrone di roccia e che l’onda scava molto avanti a sé, siamo tutti abbastanza tesi. Una volta in acqua capiamo che le nostre perplessità erano fondate, ma nonostante ciò quando usciamo dall’acqua siamo felici di aver surfato Ribeira d’Ilhas. Il tempo è sempre poco, dobbiamo tornare a Peniche perché ci attende una serata organizzata da Rip Curl e Andrea fa gli onori di casa. Facciamo il nostro ingresso nella saletta di un elegante albergo, l’imbarazzo svanisce quando vediamo che fortunatamente la maggior parte degli invitati osserva un abbigliamento informale. Ci troviamo davanti Wilko e Medina che stanno chiacchierando con altri invitati, strabuzziamo gli occhi cercando di capire se siano veramente loro, ed è così. Purtroppo ci spiegano che questa non è la sede per fare interviste, quindi non ci rimane che rilassarci e approfittare dell’open bar e cena offerta in questo ambiente elegante ma informale. La serata termina in uno dei peggiori di bar di Ferrel, il costo irrisorio delle birre sta avendo su di noi un effetto deleterio.

Potrebbe interessarti anche

Commenti