Kai Lenny e Justine Dupont primeggiano a Nazaré

L’hawaiano e la francese si aggiudicano il Best Wave Awards al Nazaré Tow Surfing Challenge, a Lucas Chianca e ancora Lenny vinc il titolo “Best Team”. Grande prestazione di Francisco Porcella

13/02/2020
scritto da Redazione 4Surf

Si è svolto martedì 11 il Nazaré Tow Surfing Challenge by Jogos Santa Casa, evento inaugurale di tow-in unico nel suo genere che ha tenuto milioni di persone in tutto il mondo incollati di fronte al livestream WSL. Le onde previste non hanno tradito le aspettative: di fronte al faro di Nazaré vere e proprie montagne liquide si sono susseguite per l’intera giornata, onde di oltre 40 piedi di faccia (oltre 12 m) che hanno offerto 6 ore di spettacolo non-stop a Praia do Norte.

In lineup insieme ad alcuni tra i migliori big wave riders del pianeta c’era anche Francisco Porcella, inserito nel team Europe in coppia col portoghese Nic von Rupp: il surfista sardo ha tenuto alta la bandiera dei quattro mori surfando con successo alcune tra le onde più grandi della giornata.

 

 

Justine Dupont si aggiudica l’onda del giorno tra le donne
La francese Justine Dupont, ospite di Italia Surf Expo 2019 e residente temporaneamente in Portogallo, è stata una dei protagonisti di Nazaré dimostrando ancora una volta il suo valore tra i migliori surfisti del mondo. La vincitrice del XXL Biggest Wave Award 2019 (donne) si è aggiudicata l’onda del giorno trainata dal suo fidanzato Fred David.

 

 

E’ di Kai Lenny sostiene l’onda del giorno nella categoria uomini
Il fenomeno hawaiano ha aggiunto un altro traguardo al suo ricco curriculum surfistico, vincendo il premio Men’s Wave of the Day. Kai Lenny è un vero e proprio innovatore del big wave riding ed oltre a partire sulle bombe più grosse del giorno ha tracciato le linee più difficili, chiudendo anche delle manovre aeree.

 

Kai Lenny

 

Kai Lenny e Lucas Chianca Team Champions
Il team Young Guns composto da Kai Lenny (HAW) e Lucas Chianca (BRA) ha vinto meritatamente il contest a squadre grazie agli ampi sforzi collaborativi tra i due, trainati a vicenda su alcune delle più grandi onde del giorno e disegnando linee uniche senza grossi sforzi. Entrambi i surfisti sembravano più a loro agio sulle onde di oltre 40 piedi, regalando ai fans una irrealistica sensazione di semplicità nel surfare certe montagne d’acqua.

Il team per la sicurezza riceve il premio per l’impegno da Jogos Santa Casa
I surfisti hanno messo a rischio le proprio vite, ma il team addetto alla sicurezza ha garantito a tutti di portare a casa la propria pelle. Tanta organizzazione e impegno per la sicurezza degli atleti sono stati davvero prioritari, è anche grazie a questo che Alex Botelho è sopravvissuto al brutto incidente con il jet ski, incidente che ha fatto il giro del mondo e potete rivedere in testa all’articolo.

Photo Credits: WSL / Poullenot

 

 

 

Justine Dupont

 

Francisco Porcella

 

 

 

    

Potrebbe interessarti anche

Commenti