Liguria: in mare 80 tonnellate di carburante aereo

Aereo Alitalia in difficoltà dopo il decollo da Milano ha scaricato 80 tonnellate di carburante nel tratto di mare 70 km a largo di Genova, in corrispondenza del Santuario dei Cetacei

17/04/2019
scritto da Redazione 4Surf

Era diretto a Tokio ma poco dopo il decollo ha riscontrato un problema tecnico: parliamo dell’Airbus A330 di Alitalia, partito l’altro ieri da Malpensa intorno alle 15:40. Costretto a tornare alla base per far fronte al problema, l’equipaggio dell’aereo prima di scendere a Milano ha effettuato un giro sopra sopra il mar ligure e successivamente optato per il Fuel Dumping. Questa procedura, effettuata intorno alle 17:30, consiste nello svuotare i serbatoi prima di un eventuale atterraggio di emergenza.

Per questo motivo circa 80 tonnellate di cherosene sono finite nel mar ligure al centro di Pelagos, il Santuario dei Cetacei. Si tratta di un disastro ambientale a piccola scala ma che lascia comunque riflettere sulle sue conseguenze, visto che nessuno prenderà l’iniziativa di bonifica del sito inquinato.
Tra scarico di responsabilità, logica del minor danno e ipotesi di evaporazione del carburante prima di raggiungere il mare, tutto resterà ignorato e nessuno prenderà iniziative volte ad arginare il danno ambientale.
La “fortuna” vuole che in questo periodo non siano in atto mareggiate sul mar ligure, le quali avrebbero potuto spedire a riva il carburante, il quale probabilmente tenderà a disperdersi nei prossimi giorni.
Saremmo curiosi di capire se la pensano allo stesso modo i cetaceo e tutto il resto della fauna marina presente nell’area, che si è vista piovere addosso la sostanza inquinante.

Fonte: genova24.it

Potrebbe interessarti anche

Commenti