Intensa perturbazione atlantica, onde in arrivo!

Nuova perturbazione da ovest: domenica maltempo diffuso, venti forti e swell per tutte le coste con onda lunga da scirocco, libeccio e infine ponente. Il punto sulla situazione

09/03/2018
scritto da Michele Cicoria

Ben ritrovati all’appuntamento Meteo&Surf! La primavera meteorologica, iniziata lo scorso primo marzo, vede ancora molto lontano l’anticiclone delle Azzorre e noi, di questo, non possiamo che esserne felici. Maltempo a parte, un’atmosfera così dinamica offre l’occasione per onde frequenti sull’Italia ed un ricambio d’aria per l’inquinata pianura Padana; inoltre, dopo l’ondata di gelo eccezionale appena vissuta assisteremo ad un rialzo delle temperature che certamente male non fa.
Il mar Mediterraneo infatti ha raggiunto la temperatura più bassa dell’inverno proprio in questi giorni: come mostra la seguente mappa INGV abbiamo valori sotto i 10°C su medio-alto Adriatico, tra 12 e 14°C sul Ligure, fra 13 e 15 su Sardegna, alto Tirreno e basso Adriatico e tra 14 e 16 all’estremo Sud. Ora pian piano il mare nostrum si va scaldando e lo farà con estrema lentezza, se confrontato al riscaldamento dell’aria atteso nelle prossime settimane.

La situazione attuale. Un esteso ciclone atlantico si va approfondendo al largo delle coste Spagnole e attiverà venti molto forti che si avviteranno attorno al proprio centro di bassa pressione. L’area depressionaria, dopo aver portato swell consistenti in atlantico, avanzerà verso est attivando correnti sciroccali sul Mediterraneo, che dai settori occidentali raggiungeranno l’Adriatico e lo Ionio entro domenica 11. Mentre il nord si troverà alle prese col maltempo localmente anche forte, il Centro-Sud vivrà una giornata di primavera inoltrata con temperature prossime a 25°C su alcune regioni.

Meteo Surf. Lo swell atteso da domenica seguirà i movimenti del centro di bassa pressione e attiverà venti su fetch esteso dapprima di scirocco, poi libeccio ed infine con ponente o “maestrale sponentato”. L’aspetto positivo della mareggiata in arrivo sarà appunto il fetch: l’area di mare interessata dall’azione dei venti infatti raggiungerà il massimo potenziale per il Mediterraneo! Sulla costa ovest, per quanto riguarda il libeccio, lo swell da S-O partirà dallo stretto di Gibilterra per raggiungere la costa occidentale della Sardegna e a seguire Sicilia e medio-basso Tirreno; sul golfo ligure il fetch partirà invece dalle Baleari offrendo circa 800 km di lunghezza potenziale per generare l’onda…che appunto, potrà essere bella lunga!
Parliamo principalmente della giornata di lunedì 12, quando il mare disteso raggiungerà tutta la west coast offrendo condizioni spesso molto buone, grazie anche alla rotazione del vento sottocosta che potrebbe favorire diverse zone “riparate a ponente”, dove sarà offshore. Altre regioni della costa ovest dovranno invece aspettare martedì 13 per godere di una scaduta che promette bene, mentre mercoledì 14 breve pausa, perchè già da giovedì 15 ci sarà una nuova perturbazione atlantica della quale ne riparleremo.
Adriatico e Ionio, invece, si troveranno più sottovento, ma tra la seconda parte di domenica e lunedì riceveranno onde da S-E, pronte a scadere sotto l’incalzare di venti più secchi da ovest (spesso offshore).
Questo il quadro generale e, come detto, la perturbazione del weekend potrebbe fare da apripista ad un flusso atlantico che ci terrà compagnia probabilmente fino al 20 marzo, con un bis di swell simili tra giovedì 15 e venerdì 16 ed una probabile terza fase nel weekend…ma di questo ne riparleremo!
Vuoi leggere qualche mappa buona? Dai un sguardo al modello SWELLBEAT >> swellbeat.com/forecast/charts/italy/
#FolloTheSwell
MC

Potrebbe interessarti anche

Commenti