Prime onde al Wavegarden URBNSURF di Melbourne

Iniziati i primi test del Wavegarden Cove “URBNSURF” di Melbourne e l’onda si presenta più potente e tecnica di Bristol. Inaugurazione al pubblico da gennaio 2020

17/11/2019
scritto da Bruno Muschitiello

Il primo Wavegarden Cove dell’emisfero australe è quasi pronto ad aprire e in questi giorni si stanno testando tutte le onde disponibili presso la nuova struttura, la cui apertura al pubblico è prevista a gennaio 2020.

Nelle ultime settimane il sistema è stato impostato per offrire un insieme di ben 18 tipi di onde diverse – tra cui “The Beast“, un’onda tubante, di forte potenza e avvolgente, che offre sezioni per carvare e per manovre aeree.
Un gruppo selezionato di pro surfers australiani professionisti si sono appena ritrovati per i primi test di URBNSURF, situato a pochi minuti dai terminal dell’aeroporto di Melbourne.

Dalle foto e video di questo articolo possiamo affermare che la nuova destinazione surf di Melbourne è in concorrenza con alcune dei migliori break del pianeta ed è destinata a far progredire lo sport del surf a una velocità senza precedenti, fornendo una struttura di allenamento perfetta per gli atleti d’élite e allo stesso tempo di facile accesso per i principianti.
La nuova laguna Wavegarden Cove copre un’area di due ettari e mezzo ed è in grado di produrre un’ampia varietà di onde oceaniche, da morbide pareti altezza ginocchia per i principianti, fino ad onde ripide e tubanti, progettate per surfisti esperti e d’élite.

Il team URBNSURF sta attualmente preparando e perfezionando l’intero “menu wave” presso la struttura. Data la rinomata cultura del surf in Australia, con oltre 2,5 milioni di praticanti attivi, tecnici e ingegneri si sono particolarmente focalizzati sull’ampliamento dello spettro onde che saranno offerte, comprese quelle progettate per esperti.

L’onda più feroce nel menu si chiama ‘The Beast’, è stata testata all’inizio della settimana dall’ex campione del mondo Joel Parkinson che uscendo dall’acqua ha affermato: “È un barrel impegnativo, devi essere sul pezzo per farcela”.
L’onda perfetta può essere prodotta contemporaneamente su entrambi i lati del molo centrale della laguna, consentendo ai surfisti di fare del meglio su destre e sinistre e a quelli più esperti di chiudere fino a sei manovre radicali per onda.

Altra novità del variegato menu onde sono quelle studiate per gli aerials, soprannominate “The Ramp”, che vantano una sezione ripida per generare velocità seguita da una sezione di rampa critica tendente a chiudere, per aiutare il surfista a proiettarsi in aria. Riconosciuto come uno dei principali “air-specialist” del mondo, il tester Dion Agius ha aiutato i tecnici Wavegarden a progettare la sezione aerea perfetta presso URBNSURF Melbourne. “Ha il potenziale per essere sorprendente, dobbiamo solo perfezionare un paio di dettagli”, ha detto Dion, dopo diverse ore in acqua.

Josema Odriozola, fondatore e CEO di Wavegarden, è molto contento della struttura generale che afferma: “Lavorare a stretto contatto con URBNBSURF negli ultimi anni è stato molto produttivo e insieme siamo riusciti a creare l’ambiente quasi perfetto, con una vasta gamma di onde coerenti e di qualità per le persone di tutte le età e capacità.

Da oggi si aprono le prenotazioni di URBNSURF Melbourne tramite www.urbnsurf.com.
C’è un numero limitato di posti disponibili per la surfata esclusiva di pre-apertura a dicembre, si prevede che questi slot vengano riempiti molto velocemente!

      

Potrebbe interessarti anche

Commenti