Rip Curl Pro Junior, grande successo a Levanto!

Weekend di sole, belle onde e grande affluenza di pubblico a Levanto: vincono il Rip Curl Pro Junior Ian Catanzariti, Diego Cordeiro, Brando Giovannoni, Michele Scoppa e Ottavia Salvati

30/04/2019
scritto da Redazione 4Surf

Photo: Gianluca Stoppa | Alessandro Bertucci
Si è svolto lo scorso weekend, nella splendida cornice delle Cinque Terre, il Rip Curl Junior Pro Levanto, gara valida come prima tappa del campionato italiano juniores 2019. L’evento, organizzato in maniera impeccabile dall’ Asd Surf Academy Levanto e dal Rip Curl store di Levanto, da inizio nel migliore dei modi a questa stagione contest 2019 targata FISW.

Una partenza serratissima quella del circuito gare 2019, che ha già visto svolgersi la prima gara del circuito Longboard ad Andora dai ragazzi della ASD Cinghiale Marino (LEGGI QUI il REPORT), il primo corso istruttori, il primo raduno team Italia SUP, ed appunto sabato 27 Aprile, anche la prima tappa del campionato italiano Junior. Un buon avvio di stagione che ha evidentemente convinto i più forti atleti juniores a raggiungere Levanto per darsi battaglia in una splendida giornata di sole, davanti a un foltissimo pubblico che gremiva la passeggiata della cittadina ligure. Perfetta l’organizzazione federale, con due palchi gara, ed un panel di giudici di altissimo valore, che ha visto gareggiare sul campo sud le categorie U12 ed U14 e sul campo nord, in contemporanea, U16 ed U18.

I presenti hanno così assistito ad heat tiratissime svolte in condizioni ideali, con onda intorno al metro abbondante, inizialmente bella pulita ma molto complicata a causa delle mutevoli condizioni meteo-marine a cui si è assistito nel corso della giornata. I giovani atleti sono stati così costretti ad adeguarsi rapidamente ai cambiamenti delle onde, in misura e frequenza. Grande novità del campionato di quest’anno, numero di iscritti permettendo, è la formula double elimination. Con questa innovazione gli eliminati potranno andare a caccia nel tabellone ripescaggi di una seconda chance per poter dimostrare il proprio valore. Una novità importante voluta dallo staff Fisw che permette non solo a tutti di surfare con più tranquillità recuperando eventuali errori, ma soprattutto consente ai più deboli ed ai più giovani di accumulare maggiore esperienza di gara attraverso un numero maggiore di heat mentre contestualmente prepara i più forti ai format ISA per le future competizioni internazionali.

Grande battaglia in tutte le categorie, dicevamo, ma andiamo per ordine crescente partendo dagli Under 12, a seguire U14, U16 e per chiudere la categoria dei più grandi con gli Under 18.
Negli U12 continua il dominio di Michele Scoppa, campione Italiano in carica, che si deve tuttavia guardare dall’ottimo Samuel Manfredi, che riesce a mantenere il secondo posto nonostante un’interferenza comminatagli in finale dall’attentissima giuria. Completano il podio i giovanissimi Bertilotti e Gennari ai primi passi nel circuito federale.

Podio U12: sulla destra con la tavola arancione Michele Scoppa, vincitore nella categoria

Fra gli U14 bella battaglia fra Brando Giovannoni e Rufo Massimo Baita che, nonostante un radicale layback negli ultimi secondi, non riesce ad avere la meglio sul surf efficace e costante di Giovannoni che comincia l’anno con una vittoria, cioè da dove aveva lasciato la stagione precedente. Terzo meritatissimo posto per Cipriani, che risale dal tabellone perdenti e quarto per un ottimo Cardinali, in grande crescita.

Brando Giovannoni, vincitore nella categoria U14 – Foto: Gianluca Stoppa

Mostruoso il livello dell’U16, nonostante qualche defezione importante, dove Ian Catanzariti è costretto a sfoderare tutto il suo stilosissimo repertorio per contenere gli assalti di un Alessandro Venturini in stato di grazia. Venturini si aggiudica la piazza d’onore davanti a Francesco Lazzarini, fresco reduce da ottime prestazioni nei recentissimi junior pro portoghesi. Chiude al quarto posto Filippo Marullo, per una finale bellissima da vedere e di grande livello tecnico.

Ian Catanzariti, vincitore nella categoria U16 – Photo: Alessandro Bertucci

Spettacolo puro negli Under 18, dove Matteo Calatri, al suo esordio nella categoria maggiore, si batte come un leone ma, complice un air reverse non perfettamente chiuso, deve cedere la vittoria all’elegante surf di Diego Cordeiro, fortissimo italo-australo-brasiliano reduce dal circuito junior qs europeo, che su invito della federazione, si è messo alla prova nel campionato italiano. Alle loro spalle battaglia serrata per il terzo posto,ma alla fine la spunta di un nulla Edoardo Spadoni su Edo Cartoni.

Diego Cordeiro, vincitore nella categoria U18 – Ph: Alessandro Bertucci

Fra le ragazze si è disputata solo la categoria U18, dove, ai sensi del regolamento, vengono convogliate per mancanza del numero minimo di iscritti anche le ragazze delle categorie inferiori. Vince Ottavia Salvati, davanti alle giovanissime Sofia Lippi, che riesce comunque ad aggiudicarsi una delle due finali, e Francesca Valletti Borgnini.

Podio delle ragazze, gara svoltasi nell’unica categoria U18 e vinta da Ottavia Salvati

Dopo una premiazione condotta insieme alle autorità locali e che ha visto Rip Curl assegnare ricchissimi premi ai vincitori, l’attenzione si sposta sulla seconda tappa, che si svolgerà in Sardegna, nello splendido Golfo Di Marinedda, con un Waiting Period il cui inizio è fisssato per il 28 maggio.

Per saperne di più e non perderti tutte le novità FISW visita il sito www.surfingfisw.com

Di seguito un estratto di tutte le classifiche, per leggere i file originali sul sito FISW surfing CLICCA QUI.

Photo Courtesy: Gianluca Stoppa | Alessandro Bertucci

Il team organizzatore

Uno dei due palchi giuria

 

Podio Under 14 – Vincitore: Brando Giovannoni

Podio Under 16 – Vincitore: Ian Catanzariti

Podio U18 – Vincitore: Diego Cordeiro

        

Potrebbe interessarti anche

Commenti