Pubblicità

Allerta Medicane: tempesta di tipo Tropicale in formazione sullo Ionio

0

Si sta formando in queste Cassilda, il primo Medicane (o TLC, Tropical Like Cyclone) della stagione 2020 nel Mediterraneo. E’ possibile monitorare il sistema depressionario, la cui forma tenderà ad assumere quella simile ad una spirale con un occhio ben definito, in diretta dal satellite cliccando qui.
La tempesta di tipo tropicale, le cui caratteristiche generali vengono descritte in questo articolo (clicca qui), è nata da un sistema temporalesco latente da giorni sul Mediterraneo, che dopo aver attraversato la Libia sta prendendo rapidamente forza al largo del Mar Ionio ed entro Venerdì 18 mattina raggiungerà le coste occidentali della Grecia (il cosiddetto landfall).

Tracciato dell’occhio della tempesta pevisto

I sistemi di questo tipo rappresentano la versione in scala ridotta degli uragani che interessano in questo periodo la costa sud-orientale degli Stati Uniti e in particolare il golfo del Messico.
Cassilda, nominato così dai meteorologi d’Europa, seguirà una traiettoria che fortunatamente non includerà l’Italia meridionale, mentre c’è massima allerta per le isole occidentali della Grecia.

Attorno al suo “occhio” i venti rinforzeranno sensibilmente, avvolgendosi in senso anti-orario e raggiungendo raffiche superiori ai 120 km/h in mare aperto. Secondo la scala Saffir-Simpson, che classifica l’intensità delle tempeste tropicali in base al vento, con queste raffiche il Medicane Cassilda potrebbe raggiungere l’intensità d’Uragano di categoria 1.

Altezza significativa dell’onda prevista alle ore 20 di giovedì 17 settembre – Modello ARPAL

Capirete dunque che con venti di tale intensità, in grado stazionare sul mar Ionio per oltre 24 ore, si potranno generare mareggiate eccezionali pronte a raggiungere tutte le coste esposte del Mediterraneo orientale, Sicilia orientale, Calabria e Puglia comprese.
Attualmente l’altezza significativa delle onde al largo prevista raggiungerà picchi di 7-8 metri, e non sono escluse onde anomale anche fino a 9 metri.
Non è esclusa la possibilità che questi frangenti possano raggiungere alcune zone meridionali costiere della Grecia, mentre altrove la mareggiata si dissiperà rapidamente generando onde decisamente più piccole, ma di qualità molto alta.

La costa ionica Italiana in alcuni momenti avrà condizioni perfette tra giovedì sera e venerdì mattina, con onde intorno a 2 metri e periodo 10 secondi, oltre a venti che sottocosta soffieranno quasi ovunque da terra.
La redazione di 4surf è composta anche da meteorologi professionisti, ci teniamo dunque a sottolineare che questo articolo ha scopo puramente divulgativo riguardo un evento meteo eccezionale; non vuol essere certo un articolo promozionale volto ad invitare folle di surfisti a raggiungere zone surfistiche dell’Italia meridionale, che ricordiamo essere particolarmente sensibili al localismo. 

Temperatura superficiale del mar Mediterraneo – modello CEAM

Il ciclone di tipo tropicale Cassilda nasce anche grazie ad alcuni ingredienti meteorologici particolari e tutti presenti in questo periodo del 2020. Tra gli ingredienti vale la pena menzionare la temperatura superficiale del mare, che si aggira attorno a 26-28°C nell’area di interesse, con un’anomalia positiva di circa 2°C rispetto al trentennio di riferimento 1982-2011.

La bassa pressione in corrispondenza dell’occhio del ciclone di tipo tropicale potrebbe raggiungere un valore minimo di 978 hPa (fonte: Modello Bolam/Arpal).

Fonti mappe meteo: ARPAL, LaMMA, DHMZ, Windy, CEAM

Sotto in ordine: vento in superficie previsto dal modello LaMMA, altezza onda modello DHMZ, periodo onda modello Arpal, altezza onda e temperatura superficiale del mare secondo il modello LaMMA

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui