Arakmaja, il documentario sulla cultura surf del Marocco

0

Presentato dal team The Surf Tribe e diretto da Gianluca Fortunato, Arakmaja è un documentario sulla cultura surf del Marocco. Questo viaggio ci introduce a persone a storie diverse che condividono un unico filo conduttore: la loro genuina passione per il surf.
In questo articolo puoi vedere il trailer, mentre per il film completo segui questo link:
www.thesurftribe.com/surf-blog/arakmaja-moroccan-surf-documentary

Il turismo surf in Marocco, e in particolare nell’area di Agadir, ha visto una crescita impressionante negli ultimi 5 anni. Sempre più persone, e da tutto il mondo, scelgono questa regione per godersi le onde e lo stile di vita dei surf camp. Ma c’è molto di più da scoprire oltre questa facciata, ovvero una realtà fatta di piccole imprese familiari, appassionati surfisti locali e personaggi unici con storie affascinanti da raccontare.

Anchor’s Point – ph. Gianluca Fortunato

Redouane Regragui è il campione marocchino di surf 2019. In questo documentario è lui
che ci guida tra gli spot, dal famoso Anchor’s Point fino a spot meno conosciuti.
Attraverso i suoi occhi e gli occhi della sua famiglia, sperimentiamo l’autentica cultura di una terra così vicina, ma in fondo così lontana.

Randolph Benzaquen, scrittore marocchino e pioniere del surf degli anni ’70 racconta come il surf abbia trasformato la sua vita in maniera radicale, oltre il semplice atto di cavalcare le onde. Ha assistito in prima persona all’impatto che i primi surfisti australiani e americani hanno avuto sulle comunità berbere locali. Randolph è una leggenda vivente e fonte d’ispirazione per molti surfisti.

Thierry Delbourg è uno dei primi shaper marocchini che – dopo aver lavorato per quasi 30 anni nell’Isola de La Reunion – è tornato in Marocco per dedicarsi a sostenere i giovani atleti come Redouane nel raggiungere i propri obiettivi. Questo anche grazie alle tavole da surf per high performance che produce.

Redouane e Stefano della The Surf Tribe – Photo: Gianfranco Lanzio

Appartenente a un’altra generazione invece, Tarik Zrilida è uno dei pochi shaper di Tamraght. Ha imparato le tecniche di modellatura da solo e ha deciso di trasformare questa passione nel suo lavoro a 22 anni. Recentemente si è trasferito da Rabat a Tamraght per inseguire nuove opportunità.

Per più di 45 anni il Marocco è stata una meta di pellegrinaggio per surfisti e viaggiatori da tutto il mondo.
Arakmaja racconta come nonostante il suo lungo passato di surf, il Marocco rappresenti ancora i valori autentici di una giovane cultura surfistica.
Scopri la storia completa e molto di più su The Surf Tribe: https://www.thesurftribe.com/surf-blog/arakmaja-moroccan-surf-documentary

Presented by The Surf Tribe
Directed by Gianluca Fortunato  @fortunelloss

Sounds: Armenian Dream – Intro | Babylone – Zina | Assaf Ayalon – Words | Nass El Ghiwane – Ah Ya Ouine | Carlos Maria Trindade & Nuno Canavarro – Blu Terra | Maalem Mahmoud Guinia & Floating Points – Mimoum Marhaba | Riccardo Marino – At Sunset

Sotto: una selezione di scatti fotografici durante il backstage. Photo: @fortunelloss @gianfrancolanzio

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui