Pubblicità

Help Nicaragua, il paradiso surf colpito dall’Uragano ETA

0
Nei momenti di bisogno la solidarietà dei surfisti italiani si è sempre dimostrata forte e collaudata, ora ci troviamo a condividere l’appello di un amico. Circa 10 anni fa Gianni Landolfi si è trasferito in Nicaragua dove ha dato vita alla Wild Waves Surf-House nella splendida spiaggia di Popoyo, meta surf con onde world class che gode di venti off-shore per gran parte dell’anno.
Ma i venti off-shore non soffiano quando dal mar dei Caraibi si affaccia minacciosa una tempesta tropicale, e pochi giorni fa è stata la volta dell’Uragano ETA. Il disastroso vortice di bassa pressione ha causato danni severi soprattutto sul versante caraibico, ma la costa del Pacifico e la zona di Popoyo hanno fatto i conti con quello che è conosciuto come l’effetto Nate. I venti forti e insistenti richiamati dall’uragano hanno dato vita a piogge torrenziali ininterrotte per ben 5 giorni. Allagamenti diffusi e straripamenti di fiumi hanno interessato tutta la zona costiera e la conta dei danni è ancora in corso.
Gianni chiede il nostro aiuto, cosa possiamo fare? 
Come già fatto con gli amici della Surf School Catania dopo l’incendio del 2018 (QUI puoi leggere i dettagli) abbiamo deciso di lanciare una colletta rapida e diretta con PayPal. Contribuire con un piccolo aiuto è semplicissimo, segui questo link:
https://www.paypal.com/pools/c/8ucW0lfaKH
La Money Box chiamata “Help Nicaragua” ti permetterà di fare un piccola donazione di qualsiasi importo. Non conta quanto vuoi offrire, basta anche 1 euro soltanto, l’importante è far giare questo link e cercare di coinvolgere più surfisti o simpatizzanti possibile.
“Chiedo alla comunità Surfistica Italiana di fare un piccolo sforzo e cercare di dare una mano a questa povera gente….in cambio il Nicaragua vi accoglierà con le sue incredibili ONDE, il giorno in cui decidiate venire qua a SURFARE….e i SURFISTI ITALIANI che già sono stati qua possono confermare la bellezza del luogo e la qualità delle nostre ONDE” – Queste le parole i Gianni, che continua: “So molto bene che il momento non è dei migliori, io personalmente sto vivendo una situazione molto delicata….mia mamma si trova in terapia intensiva per Covid a Milano…ma questo non può farmi restare indifferente davanti ad una situazione di questo tipo…tra l’altro confido sul fatto che noi SURFISTI, ma soprattutto noi ITALIANI, siamo persone sensibili a queste situazioni.”
Il ricavato raccolto da questa colletta sarà utilizzato per aiutare gli abitanti della zona, come Las Salinas e La Virgen Moren, tra le più colpite nell’area.
Gianni ci terrà aggiornati costantemente sull’andamento della raccolta e sul suo utilizzo, se volete contattarlo privatamente scrivetegli su facebook: www.facebook.com/gianni.landolfi.9

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui