Il Surf Training in casa di Marco “Bonga” Pistidda

0

Il Coronavirus ha costretto tutti a casa e sarà così almeno per diverse settimane. Lo staff di 4surf condivide appieno le disposizioni prese per evitare la diffusione del contagio e, anche quando il mare smetterà di essere “dalla nostra parte” (riportando dunque le onde), esorteremo tutti a rispettare il divieto di surf.
Sappiamo bene che stare in lineup da soli (si, in questo periodo potrebbe succedere) può essere abbastanza sicuro per il discorso contagi, per chi abita davanti al mare questo può essere paragonabile alla corsetta sotto casa del surfer urbano. In realtà c’è una bella differenza: in mare tutti possono farsi male anche da soli e provocarsi un infortunio, che sia esso più o meno grave, in questo periodo causerebbe nuovo lavoro evitabile al sistema sanitario, già estremamente stressato dai casi di Coronavirus in costante aumento.

#IORESTOACASA ed oggi vi propongo un surtraining adatto a tutti, spiegato in video da Marco Pistidda della Bonga Surf School, che oltre ad essere istruttore surf e abile longboarder è anche personal trainer di professione.
L’allenamento è suddiviso in tre sotto-categorie (Basic, Intermediate e Advanced), ognuna delle quali viene spiegata attraverso un video e descritta testualmente qui di seguito.
Buon allenamento e teniamo duro surfers!
#pRestoinacqua

Il Basic Level lo puoi seguire cliccando play nel video in testa all’articolo, di seguito alcune indicazioni su questo tipo di allenamento, il più semplice della serie.
Il training è un propedeutico di livello base che può essere eseguito anche in casa, con pesi leggeri, che richiama tutti i gruppi muscolari interessati nel nostro sport (il surf!) e che offre una variante ad altre metodologie di allenamento!
La metodologia di esecuzione è abbastanza intuitiva.
– Nella prima fase di riscaldamento, WARM UP (1 Round), abbiamo 4 esercizi da eseguire in modo lento e controllato così come dev’essere la nostra respirazione. L’esercizio verrà eseguito per 1 min con una pausa (rest) di 30 sec.
– La seconda fase è il vero e proprio WORKOUT composto da 4 Round.
Anche qui abbiamo 4 esercizi da eseguire con la metodica 30 sec di lavoro e 30 di pausa.
In questa parte dell’allenamento i ritmi saranno più sostenuti e intensi.
Concluso il circuito è consigliabile sempre dello stretching.

 

Passiamo ora al Surf training intermediate level by #Bongasurf (video qui sopra). Si tratta sempre di un allenamento che si può svolgere su spazi molto stretti, ma in questo caso il circuito è leggermente più complesso per l’utilizzo di alcuni attrezzi come la fitball e l’indoboard (la tavoletta instabile). Il training è rivolto dunque ad atleti che hanno già un po’ di esperienza nel campo, che possiamo definire INTERMEDI.
Se non hai questi attrezzi non preoccuparti! Potrai eseguire gli stessi esercizi, liberi, come lo squat , gli affondi, i piegamenti sulle braccia e l’esercizio di balance dove il peso passa da una mano a l’altra. Vediamo allora i dettagli!
Il WARM UP è composto da 4 esercizi che eseguiremo in questa modalità: 1 minuto di lavoro / 30 secondi di recupero x 2 round. Gli esercizi saranno lenti e controllati (ci stiamo scaldando!).
Il WORKOUT è sempre composto da 4 esercizi ma i tempi saranno più ristretti ovvero: 4 minuti di lavoro / 1 minuto di recupero x 4 round. Ciò vuol dire che passeremo da un esercizio all’altro senza recupero. Il nostro recupero di 1 minuto avverrà al termine dell’esecuzione degli esercizi. Alla scadenza del minuto (di recupero) si riparte!

 

L’ultimo allenamento del surf training by #Bongasurf riguarda i surfers esperti, passiamo dunque ad illustrarti l’Advanced level (video qui sopra). Questo allenamento si svolge sulla falsariga dei primi due ma in questo caso si propongono esercizi ancora più evoluti. Il training è indirizzato a chi ha una buona conoscenza di alcuni strumenti che utilizzeremo e del proprio corpo.
Cosa serve? Dei pesetti abbastanza leggeri con cui creare instabilità, il nostro caro “indoboard” (la tavoletta col rullo), una fitball e degli elastici per simulare la remata su tavola.
Si parte subito col WARM UP nel quale eseguiremo dei movimenti per migliorare la mobilità articolare in questa sequenza:
1 es. 10 rep.
2 es. 8 rep. (each side)
3 es. 8 rep. (each side)
4 es. 30 seconds (each side)
5 es. 8 rep. (each side)

Il WORKOUT è composto sempre da 5 esercizi (uno in più rispetto ai primi due livelli) con la metodologia 90 sec. work/30 sec rest x 2 round. Nei prossimi giorni cambieremo esercizi e ripartendo dal livello base per poi progredire fino all’avanzato.
Se hai dubbi, richieste o semplicemente ti serve un consiglio Marco è a vostra disposizione, basta inviargli un messaggio privato da QUESTA PAGINA.

Video realizzato da Andrea Zannoni (Make.it)
Foto di Angelo Faedda

Special partner Linda

Buon allenamento in casa! 💪

#pRestoinacqua

Marco durante un esercizio delicato con la sua Indoboard

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui