Pubblicità
Home Surf News Leonardo Fioravanti pronto a tornare in acqua in Australia
Pubblicità

Leonardo Fioravanti pronto a tornare in acqua in Australia

0

La World Surf League riparte il 1° aprile con la seconda tappa del Championship Tour nella città australiana di Newcastle.

Newcastle (Australia) – Leonardo Fioravanti è pronto a rituffarsi in acqua per la ripresa delle competizioni: saranno le magnifiche onde australiane a celebrare il ritorno alle gare dei fuoriclasse della World Surf League (WSL). Dopo la cancellazione delle tappe in programma alle Hawaii e in California, a causa della situazione sanitaria mondiale, la Rip Curl Newcastle Cup presented by Corona, inizialmente prevista come quarta tappa del tour mondiale, è diventata la seconda delle dieci in programma. La WSL ripartirà quindi da Newcastle, una città australiana del Nuovo Galles del Sud, innamorata del surf e che torna con merito ad ospitare il circuito mondiale. Con ben 35 anni di storia, tra grandi eventi e leggende del surf che qui hanno scritto pagine importanti, la città di Newy è considerata una delle mete preferite in assoluto dagli amanti di questo sport.

Leonardo Fioravanti è partito da Los Angeles e si trova attualmente a Sidney dove, insieme al suo staff, si sta preparando all’evento, pur dovendo rispettare la quarantena prevista di 14 giorni, come racconta sui propri canali social.

Sulla ripartenza il campione romano si è così pronunciato: “Aspetto con pazienza il mio momento. È una stagione particolare in cui la componente mentale sarà determinante per farsi trovare pronti al momento giusto”.

Appuntamento, dunque, a giovedì 1° aprile con la tappa del Newcastle Pro. Il programma di Fioravanti proseguirà poi, sempre in Australia, con altre tre tappe: Narrabeen (New South Wales) (16 – 26 aprile), Margaret River (Western Australia) (2 – 12 maggio) e Rottnest Island (Western Australia) (16 – 26 maggio).

Dopo il poker australe sarà la volta di un altro momento chiave per la stagione di Leonardo, i Mondiali di El Salvador (29 maggio – 6 giugno), determinanti per l’assegnazione degli ultimi posti disponibili per la partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità