Marocco: raccolta fondi per Lahcen Aguerd

0

Lahcen Aguerd è un giovane talentuoso longboarder di Imsouane, piccolo villaggio di pescatori sulla costa del Marocco famoso per la sua destra lunghissima. Lahcen è cresciuto in una tradizionale famiglia berbera e ha vissuto sempre in questa zona del marocco a nord di Agadir. Da piccolo andava in acqua ogni giorno dopo aver aiutato suo padre al lavoro, pescatore al porto di Imsouane. Negli anni è cresciuto molto surfisticamente fino a raggiungere un altissimo livello, se vi capita di passare per Imsouane rimarrete incantati nel vederlo surfare col suo stile unico. La sua innata abilità gli ha permesso di ricevere numerosi inviti per competere nei festival internazionali in giro per il mondo, inviti finora rifiutati per cause di forza maggiore.

Lahcen è stato invitato a molti eventi internazionali di longboard, si tratta di festival che possono aiutarlo ad avere un futuro migliore nel surf e nella vita che tanti ragazzi marocchini purtroppo non possono avere, date le condizioni di ristrettezza governativa ed i bassi stipendi che questi ragazzi ricevono, nonostante lavorino 10 o 12 ore al giorno. Pur essendo molto bravo nel surf non ha quindi le stesse possibilità di un ragazzo europeo o di un marocchino figlio di famiglia benestante.

E’ stata da poco lanciata una raccolta fondi (crowdfounding) sulla piattaforma GoFoundme, dove tutti possiamo aiutarlo con una piccola donazione o semplicemente condividendo il post. Ecco il link: https://www.gofundme.com/f/help-moroccan-surfer-get-to-his-first-contests

Questa raccolta fondi gli permetterà di ottenere il visto (Visa) per viaggiare e coprirà le sue spese di viaggio, in sintesi potrà offrirgli una reale possibilità di mostrarsi e crescere come surfista, possibilità che molti di noi hanno avuto soltanto grazie ad una posizione sociale ed economica differente.

Quest’anno Lahcen è stato invitato al Mexi Log Fest (Messico) a maggio ed al Gliding Barnacles (Portogallo) ad agosto. È sempre stato il suo sogno viaggiare all’estero per surfare, ma il suo passaporto marocchino complica le cose. Il processo di richiesta del visto è lungo, incerto e costoso oltre a quello che può permettersi da solo.
Ci sono voli e visti da pagare, alloggio e biglietti d’ingresso oltre ai piccoli extra quotidiani (sarà la sua prima volta in Messico e in Europa).

Lahcen Aguerd avrà bisogno di circa € 3.000 per coprire il minimo indispensabile in Messico e di circa € 1000 per cavarsela in Europa. Qualsiasi altra cosa gli permetterà di andare oltre e ottenere ancora di più da questa esperienza irripetibile.
Il Mexi Log parte dal 9 al 16 maggio e Gliding Barnacles è dal 26 al 30 agosto, ma prima raccoglierà i fondi e maggiori saranno le probabilità di successo nella domanda di visto.
Lahcen ha lasciato il suo paese solo una volta prima, per un viaggio a West Java la scorsa estate. Questo viaggio gli ha cambiato totalmente la vita (la storia è stata pubblicata nel numero 257 della rivista Wavelength). Ora, vuole vedere più di questo mondo ed espandere i suoi orizzonti, essendo il primo surfista marocchino mai stato invitato in questi festival.

In un mondo ideale, il surf sarebbe senza confini. Ma la comunità internazionale del surf è una cosa meravigliosa che attraversa i paesi e arriva oltre i confini. Lahcen se lo merita più di chiunque altro, aiutiamolo a vivere il suo sogno.
Puoi seguire Lahcen su instagram (@necharly)

PS: se le domande di visto di Lahcen per Messico e Portogallo non dovessero avere esito positivo, tutti i soldi saranno rimborsati ai donatori.

Ringraziamo Cristina Padolecchia per la segnalazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui