Pubblicità

Panama winter trip with Brando Giovannoni

0

 

Il 2019 non è stato un anno semplice per Brando Giovannoni. Tutto è iniziato alla grande con la vittoria della prima tappa di campionato under 14 (il Rip Curl Junior Pro Levanto, il report cliccando qui) durante l’ultimo weekend di aprile.

Il 25 maggio Brando ha dovuto fare i conti un un brutto incidente: un auto lo ha investito causandogli una frattura scomposta di tibia e perone. Operato il giorno successivo, il giovane si è ritrovato a fare i conti con 6 ferri impiantati sulla gamba sinistra, dopo le più rosee aspettative di un anno surifistico partito al meglio.

Ma Brando non si da facilmente per vinto e con grande determinazione ha fatto di tutto per superare al meglio il difficile periodo di stop forzato e la successiva riabilitazione. Nel mezzo della stagione estiva la situazione si è fatta ancor più difficile per colpa del caldo torrido, unito alla distanza forzata da mare e sabbia ed alle continue medicazioni quotidiane.

Il supporto dei genitori e degli amici di famiglia, in particolare Patrizio Jacobacci (@patriziosurf)e Gianmarco Pollacchi (@gianmarcopollacchi), è stato sempre presente e fondamentale. D’altra parte Brando non si è mai dato per vinto mettendoci grande forza di volontà, che lo ha portato ad allenamenti frequenti a secco con un istruttore di ginnastica artistica.

Dopo la dura riabilitazione il 25 agosto è terminato il periodo di stop e già il 5 settembre il giovane rider è voluto tornare a competere nel circuito nazionale. Lo ha fatto in Sardegna e più precisamente a Marinedda Bay, dove si è svolto il Nesos King of the Grommets (leggi il report qui).
Nonostante il lungo periodo di fermo Brando ha raggiunto un ottimo secondo posto ad Isola Rossa.

L’ultimo capitolo del campionato italiano si è scritto a dicembre in quel di Buggerru, nel sud-ovest della Sardegna. Complice il recupero ormai consolidato Brando non ha avuto problemi a raggiungere nuovamente il gradino più alto del podio, vincendo il Buggerru Surf Trophy nella sua categoria, quella degli under 14 (il report completo puoi leggerlo qui).

Brando e Patrizio Jacobacci

Con una minima differenza di punteggio dal primo classificato e una tappa saltata a causa del suo infortunio, a fine anno Brando ottiene il titolo di vice-campione italiano under 14.
Il 2019 è archiviato è il nuovo anno è iniziato nel migliore dei modi, con swell frequenti e un bellissimo winter trip al caldo, come premio dopo le tante difficoltà superate.
Brando ci riassume così le onde prese a Panama durante il suo surf trip dello scorso 20 febbraio, conclusosi il 6 marzo con nuove difficoltà, stavolta per un problema che lo accomuna a tutti noi…la pandemia.

Un grosso in bocca al lupo Brando, nella speranza di rivederti presto in acqua, pronto a superare nuove sfide col tuo bellissimo sorriso.

Video: @darrigoodsurfcoaching.
Editing: @tomscollo

Sponsors:
@billabongeurope
@sharpeye_surfboards_europe
@euroglass
@oakleysurfing
@holysportitaly 

Le nuove tavole di Brando Giovannoni
Brando e Gianmarco Pollacchi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui