PelleQuattroTre, il libro di Daniele Paolucci

0

“L’oceano non si accontenta di una nuotata veloce. Vuole riappropriarsi di tutta l’acqua che hai in corpo” Cit. pag. 71

E’ ordinabile in tutte le librerie o acquistabile su Amazon (clicca qui) il nuovo lavoro di Daniele Paolucci, surfista romano con 25 anni di esperienza: “Pellequattrotre. Spessore di vita” è un’autobiografia romanzata, una storia animata da spiritualità, surf e filosofia, un’ottima lettura per superare la piatta insistente di questa estate 2019.

4/3 sono i millimetri di spessore della muta invernale da surf. Per Diego la muta è diventata la sua seconda pelle. Dopo anni passati a surfare in giro per il mondo e grazie ad alcune persone speciali incontrate nella vita, Diego racconta ciò che ritiene di aver capito sull’analogia tra il surf e la vita.
Il surf e la vita lo gettano non solo dentro il cavo dell’onda, ma anche e soprattutto nel fondo di se stesso. Per Diego il surf è stato, e continua a essere, un viaggio rivelatore: una catarsi, intesa come purificazione dagli stereotipi del surf e dai propri limiti. Diego compie una vera e propria evoluzione e rivoluzione personale. Spiritualità, surf e filosofia animano questa storia. Un’autobiografia romanzata.

“In Italia il surf è complicato”, mi disse Leo. “Può darti tanto, ma a lungo andare può toglierti di più. Soprattutto se abiti lontano dal mare.”

Daniele Paolucci (1972) è nato e vive ai Castelli Romani (Roma). Pratica il surf dal 1994. Nel 2000 crea Videosurf.it, il primo sito in Italia a pubblicare filmati di surf italiano. Attualmente gestisce un ristorante di cucina vegetariana a Grottaferrata. Questa è la sua prima opera letteraria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui