Pubblicità
Home Ciclismo News Pirelli P7 Sport, endurance e una mescola nuova
Pubblicità

Pirelli P7 Sport, endurance e una mescola nuova

0
Pirelli P7 Sport, endurance e una mescola nuova

Si chiama P7 Sport ed è un’altra novità che Pirelli ha lanciato per il settore road endurance. Il nuovo pneumatico è sviluppato per i macinatori di km e per chi utilizza, durante il training, una gomma longeva e comunque prestazionale. Tutta nuova anche la mescola Pro Compound. Entriamo nel dettaglio.

Pirelli P7 Sport, endurance e una mescola nuova

Pirelli P7 Sport

E’ un copertoncino che completa la gamma dell’azienda lombarda, robusto, durevole e capace di offrire un compromesso ottimale anche per quello che concerne grip e sicurezza. Inoltre ha l’obiettivo di offrire un rapporto ottimale tra qualità del prodotto, il prezzo e il posizionamento nel mercato. Il prezzo di listino è di 24,90 euro.

Pirelli P7 Sport, endurance e una mescola nuova

Come è fatto

Pirelli P7 Sport ha una carcassa in nylon da 60 Tpi (60 fili per pollice quadrato) ed ha un inserto protettivo posizionato tra battistrada e carcassa. Si chiama TechBelt e protegge dalle forature, dagli agenti esterni e permette allo pneumatico di adattarsi meglio alle condizioni esterne.

La mescola è completamente nuova e prende il nome di Pro Compound. La sua formulazione è orientata a fornire durata e grip. Si avvale di un design ispirato al P Zero Race, ma con l’aggiunta di intagli che permettono di interfacciarsi meglio in caso di bagnato e freddo (temperatura dell’asfalto bassa).

Le sezioni disponibili

Come per i modelli P Zero Race e Road, rispetto agli standard del mercato, Pirelli adotta delle misure leggermente diverse, che permettono di adattarsi meglio ai cerchi di ultima generazione. 24, 26 e 28, ma anche 32 millimetri.

a cura della redazione tecnica, immagini courtesy Pirelli.

velo.pirelli.com

Articolo precedenteContinua Vibram Sole Factor Mobile Lab 2021
Articolo successivoShimano cerca personale per il reparto marketing
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità