Pubblicità

Buone onde Zio Leo

0

A cura di Graziano Lai

A volte le notizie arrivano come una doccia gelata, improvvise, lasciandoti sasso. Così è stato, per me, apprendere della scomparsa, quanto mai prematura, di Leonardo.
ZIO LEO, per gli amici.

Il ricordo di lui mi riporta indietro negli anni, a quando lo conobbi, in occasione del “Gaeta Surf Masters” un evento che, a inizi anni duemila era già un fiore all’cchiello, nel panorama italiano. Una gara di surf, ma anche un omaggio alla sua amata città, della quale ci ha sempre fatto apprezzare le bellezze, da quelle paesaggistiche a quelle gastronomiche. Ogni edizione dell’evento che ebbi l’onore di coordinare era una festa, fatta di passione per lo sport e di amicizia e Zio Leo con il suo staff erano gli anfitrioni perfetti.

Ma Leonardo D’Angelo ha fatto tanto altro, anche all’interno del consiglio federale FISURF, negli anni, prodigandosi con generosità, per la crescita del nostro amato movimento. A volte possiamo avere avuto opinioni contrastanti, ma la passione era comunque una e sincera.
Voglio ricordarlo così, col sorriso e il suo accento partenopeo, il buonumore e lo spirito positivo, che resteranno per sempre, fino a che ci ritroveremo, ancora fra le onde, lassù.
R.I.P. Zio Leo.

Graziano Lai

Un giovane gruppo di grommets immortalato da Leonardo D’Angelo: nel gruppo potete riconoscere anche Roberto D’Amico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui