Pubblicità
Home Ciclismo Prodotti rh+, quando l’abbigliamento fa la differenza
Pubblicità

rh+, quando l’abbigliamento fa la differenza

0
rh+ super light

Cosa rappresenta rh+ per un ciclista: qualità, fitting moderno e performance tecnica del prodotto, ma anche cromie e design sempre attuali, mai banali. Lavorare sui capi d’abbigliamento e fornire dei feedback non è cosa semplice: aspetti soggettivi e modo di interpretare l’attività sportiva sono solo alcune delle variabili che entrano in gioco. Il nostro test ha preso in esame due capi tecnici della nuova collezione, la maglia Super Light e la salopette Prime Evo, entrambi sviluppati grazie al concept Powerlogic Lab.

rh +
rh+, la maglia Super Light, il bibshort Prime Evo, il casco 3in1 e il modello degli occhiali Klyma. In merito ad occhiali e casco, svilupperemo prossimamente un test specifico

rh+ Powerlogic Lab

Prima di approfondire il test di questi capi tecnici, è opportuno capire cos’é il concetto Powerlogic Lab di rh+. E’ un vero e proprio laboratorio di ricerca e sviluppo dei materiali e delle tecnologie. Questa sorta di “centro prove dei capi tecnici” ha l’obiettivo di massimizzare le prestazioni dei prodotti in base alle categorie di appartenenza:

rh+

  • Powerlogic, ovvero il top di gamma ed è la massima espressione in fatto di ricerca e sviluppo, progettazione, lavorazione e funzionalità. Tutti i capi della famiglia rh+ Powerlogic si riferiscono a chi vive lo sport ricercando le massime performances. Fanno parte di questa categoria, i capi Super Light e Prime Evo.
  • rh+ Prologic, il perfetto match tra contenuti tecnici, ma senza estremizzazioni. Possiamo considerare i capi Prologic come una gamma media evoluta, che fa collimare una vestibilità eccellente e una tecnica di alto livello? Si.
  • Logic invece, identifica una gamma di prodotti essenziali, con una funzionalità ottimale e una garanzia per quanto concerne il comfort.

rh+ innovazione e style design sempre a braccetto

Super Light jersey

E’ una maglia leggerissima che fa parte del progetto Super Light Project di rh+, con ergonomia Slim Fit. La jersey non ha solo un valore alla bilancia ridottissimo, ma ha l’obiettivo di creare un perfetto bilanciamento tra leggerezza e qualità tecniche. Il suo peso dichiarato è di 93 grammi (taglia L per uomo, ne abbiamo rilevati 83 per la nostra S) e 74 grammi per la versione femminile ( taglia S). E’ sviluppata per le giornate più calde e combina un fitting eccellente con l’aerodinamica. Utilizza il tessuto Biomorphic Ultra Light Adaptive Strech, che si adatta alle forme del corpo, senza costrizioni e al tempo stesso garantisce una termoragolazione qualitativamente elevata, anche in salita. La maglia si asciuga in tempi rapidi.

Inoltre, sono presenti due inserti in rete Micro Mesh sotto le ascelle e sotto le tasche posteriori. Proprio la forma di questi pannelli in rete, abbinati alla qualità del tessuto, permette di far passare l’aria ma senza che la maglia sfarfalli in discesa, rimanendo sempre aderente al corpo.

Alcuni dettagli della maglia

Il taglio del colletto è basso. Oltre alle tasche orizzontali e presenta una tasca laterale che è chiusa da una zip. Le maniche hanno il taglio vivo senza inserti siliconici, dettaglio davvero apprezzabile durante le giornate più calde. Il fondo anteriore della maglia è ben strutturato per garantire una stabilità ottimale e al tempo stesso non costringe. I prezzi di listino variano tra i 109,90 euro per la versione da uomo e i 99,90 euro per quella da donna.

prime evo bibshort rh+

rh+ Prime Evo bibshort

E’ la salopette più leggera della collezione. I suoi punti di forza sono il fitting, la traspirabilità e ovviamente il peso ridotto, oltre alla protezione dai raggi UV. A questi dobbiamo aggiungere anche un buon potere compressivo che prima di tutto ha l’obiettivo di stabilizzare il muscolo. Questa salopette è costruita combinando il tessuto Morphic 4way Strech e l’Aero Mesh presente nelle bretelle. Proprio la pannellatura anteriore e posteriore, non limita la termoregolazione, in modo che il calore e il sudore prodotti durante lo sforzo, siano veicolati verso l’esterno.

imbottitura pantalone rh+

Un altro vantaggio è dato dal nuovo fondello Fast Track, con due zone dalla densità differenziata, impercettibile una volta indossato e quando si è in sella. Inoltre la finitura superiore, rende la stessa imbottitura quasi impercettibile.

rh+ prime evo bibshort

Le altre particolarità del bibshort

Il fondo gamba, pur creando un sostegno ottimale è forato (materiale Light Mesh) e presenta il logo RH+ in maniera elegante. La lunghezza del pantalone è di stampo moderno, allungandosi sulle parti più basse dei muscoli retto femorale, vasto laterale e vasto mediale. Ai lati sono presenti degli inserti ad elevata visibilità. Le cuciture non si sentono sulla pelle. Il taglio anteriore è basso e azzera gli accumuli di sudore nella sezione addominale. La consistenza del tessuto forato, tra bretelle, lati e parte posteriore, offre dei vantaggi in termini di sostegno e comfort, anche senza maglia intima e in caso di canicola.

rh+

a cura della redazione tecnica, immagini Sara Carena.

zerorh.com

Articolo precedenteSanta Cruz Bronson MY22 passa al formato Mullet
Articolo successivoIl SUP nella costa del Friuli Venezia Giulia
Alberto Fossati, nasco come biker agli inizi degli anni novanta, ho vissuto l'epoca d'oro dell'off road e i periodi della sua massima espansione nelle discipline race. Con il passare degli anni vengo trasportato nel mondo delle granfondo su strada a macinare km, facendo collimare la passione all'attività lavorativa, ma senza mai dimenticare le mie origini. Mi piace la tecnica della bici in tutte le sue forme, uno dei motivi per cui il mio interesse converge anche nelle direzioni di gravel e ciclocross. Amo la bicicletta intesa come progetto facente parte della nostra evoluzione e credo fermamente che la bici per essere raccontata debba, prima di tutto, essere vissuta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità