Romagna, bici, gravel e motociclismo

0
romagna tra bici, gravel e motociclismo
romagna

Il nostro viaggio in Romagna si conclude con una capatina nel comprensorio che snoda tra la zona più panoramico delle colline, passando da Tavullia. Tavullia, vi ricorda qualcosa?

romagna tra bici, gravel e motociclismo
Durante il nostro ultimo tour abbiamo attraversato il borgo di San Giovanni in Marignano, famoso per le festa della notte delle streghe.

Due ruote in ogni dove

Il nostro viaggio sulla costa della Romagna si conclude con una pedalata magnifica, che ha fatto collimare le strade bianche, il gravel, brevi sentieri tra i filari di vite e ulivi, con le strade che solcano le colline tra Tavullia e Gabicce Monte. Che sia bici da strada, mtb o gravel, e-bike e naturalmente le due ruote a motore, questo comprensorio ha le due ruote tatuate nel cuore.

romagna tra bici, gravel e motociclismo
Dagli argini vicino ai torrenti e corsi d’acqua, fino ad arrivare in cima alle colline, le strade bianche sono davvero numerose. Siamo ancora agli inizi, molte di queste deve ancora trovare un giusto tabellario e segnaletica, ma sono divertenti e praticabili da tutti.

La prima volta

Per noi che vi scriviamo è stata una prima volta. Non la prima volta in Romagna in senso assoluto, ma una prima che ci ha fatto vedere questa lingua costiera in modo differente. Come scritto in precedenza, se questa parte di costa adriatica è il simbolo del divertimento, della libertà e a volte degli eccessi, la bici ci ha offerto l’opportunità di scoprire una porzione di territorio mai visto prima.

Qui collimano la tradizione con lo spirito d’iniziativa tipico della Romagna e dei romagnoli. L’ospitalità è in ogni angolo, in ogni granello di polvere e cucuzzolo delle tante colline che si susseguono. Il dialetto si mescola con la simpatia delle genti: non puoi non farti coinvolgere! Scoprire e conquistare tutto questo in bici, ha un sapore ancora diverso, un gusto persistente ed intenso.

romagna tra bici, gravel e motociclismo
Chi ha pedalato la Granfondo degli Squali, si ricorderà del suo traguardo, proprio allo scollinamento di Gabicce Monte. Questo punto è una sorta di simbolo per i ciclisti della zona e non.

Via Panoramica

Per il romagnolo è la panoramica, una strada completamente in costa che si snoda dall’interno, dove il mare si scorge lontano, fino a Gabicce Monte, una perla incastonata all’interno di una pineta. I ciclisti passano in continuazione, un viavai continuo di gente che pedala e che torna verso il mare, che sosta e si ristora nella piazzetta, o che si getta in discesa verso le spiagge. La completezza di questa terra è uno dei segreti del suo successo.

Se cittadine come Rimini e Riccione, stanno completamente rivedendo il loro piano urbanistico, prendendo la bicicletta come soggetto principe, diventa anche più facile proporre un turismo che si lega allo sport e alla sostenibilità. Ancora una volta la Romagna si pone un passo avanti. Bravi.

a cura della redazione tecnica, foto della redazione tecnica e TerraBici.

link utili: terrabici.com

visitiromagna.it

travelemiliaromagna.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui