Pubblicità
Home Surf News SeeYouSurf: la passione per lo sport in uno scatto
Pubblicità

SeeYouSurf: la passione per lo sport in uno scatto

0
DCIM100MEDIADJI_0093.JPG

SeeYouSurf, la piattaforma web che fa incontrare fotografi e sportivi, parte dal surf e si allargherà al multisport. Un progetto internazionale, social e ingaggiante che dall’Italia coinvolge US, Filippine, Portogallo, Spagna, Indonesia… e che ha già oltre 260.000 foto disponibili.

Nasce la possibilità di creare micro business innovativi centrati su turismo sostenibile, passione per la natura e sport estremi

Milano, maggio 2021 – Mare e onde, ma anche solitudine, pazienza e adrenalina. Il surf è tutto questo e molto di più. Nell’immaginario collettivo è accompagnato da sole estivo e occhiali scuri, ragazze in bikini e vita da spiaggia. In realtà un surfer passa l’estate fissando con insofferenza la folla di bagnanti pigri in vacanza e il mare piatto.

Il surf è uno sport invernale fatto di vento teso che spacca le guance, acqua gelida e piedi lividi. Secondo Jack London, scrittore ed esploratore, il surf era lo sport dei re. Ve ne siete resi conto? Passione, adrenalina, eccitazione, paura: questa è una storia d’amore. C’è un uomo che aspetta e che si guarda alle spalle, e c’è un’onda ancora lontana che cerca di raggiungerlo. Più in basso la corrente scorre via furiosa, con la ferocia con cui sempre scorre il tempo. Il surf è amore allo stato puro.

Amore per il surf. Nasce SeeYouSurf.com
Parte tutto da qui. È dall’amore per il surf che nasce anche SeeYouSurf.com. Un progetto innovativo, una piattaforma unica, una start up tutta italiana alimentata dalla passione sportiva di quattro amici surfer e dal desiderio di fissare ricordi, onde, surfate memorabili, ma che nessuno immortalava mai con una fotografia. Lo sanno bene i surfer che stanno in acqua per ore alla ricerca del point break perfetto: se qualcuno sulla terra ferma scatta una foto a quella mitica cavalcata, è difficile ritrovarsi per recuperare lo scatto.

È qui che nasce l’idea di sfruttare l’infinito potenziale del web, dove tutto si può ricercare, anche a km e giorni di distanza. La mente del progetto è Gherardo Marchelli, classe ’71, surfista da quando aveva 13 anni. “Avevo surfato davvero bene quel giorno a Levanto, uno dei miei spot preferiti e più famigliari fin dai lontani anni ’80 – racconta  Gherardo – sapevo che un fotografo aveva scattato delle foto ma non sono riuscito a rintracciarlo e a trovare i suoi lavori, pensavo sconsolato di non avere nemmeno una foto di quelle onde memorabili…

È stato quel giorno che ho iniziato a immaginare SYS, un luogo virtuale dove ritrovare facilmente i fotografi presenti in un certo spot, sfogliare gli album e scaricare la propria foto. Ne ho parlato ai miei amici e compagni di surfate, Nicola Lampugnani, da subito entusiasta dell’idea, e poi Andrea e Alessio Murroni, che hanno abbracciato e sostenuto il progetto. Così abbiamo iniziato a finalizzare la piattaforma, a migliorarla costantemente fino ad arrivare alla community strutturata di oggi”.

Fotografi e utenti. Insieme per degli scatti davvero spettacolari
SeeYouSurf.com è una piattaforma fotografica e marketplace dove surfisti e fotografi (pro e non) si incontrano per vivere e far rivivere quell’attimo unico. L’idea è semplice e rivoluzionaria insieme. Cambiare la fotografia sportiva partendo dal mondo del surf, offrendo un luogo d’incontro virtuale che consenta a fotografi di tutto il mondo di postare i propri scatti geolocalizzando ogni immagine, categorizzandola secondo il cosiddetto “spot” – in gergo, il luogo in cui si surfa – e la data, in questo modo ogni surfista può controllare se è presente in alcuni di essi.

Una volta individuato lo scatto preferito, il surfista o l’interessato può acquistare l’immagine singola per un importo che varia generalmente dai 5 ai 50 euro. Il sistema tutela e aiuta il fotografo a ottenere visibilità da un pubblico profilato e a monetizzare in sicurezza: ogni scatto, infatti, è protetto, in bassa risoluzione e ci sono barriere al download prima dell’acquisto, che avviene su circuito PayPal.

Lo sportivo non rincorre più i fotografi sulla spiaggia ma si gode il momento. Grazie a SeeYouSurf infatti, ha l’opportunità di ricercare gli scatti che lo riguardano anche a distanza di tempo e di luogo, e con dei costi contenuti anche considerando il livello dei fotografi che lavorano costantemente tramite la piattaforma. Dopo ogni acquisto, il download in alta risoluzione è disponibile nel profilo dell’utente e l’immagine può essere riprodotta nei formati desiderati. Un sistema win-win insomma. Semplice e divertente anche per regali e sorprese.

L’aspetto vincente di SeeYouSurf è sicuramente la doppia presenza: online i fotografi che aderiscono alla piattaforma sono facilmente riconoscibili in ogni spiaggia grazie al merchandising disponibile con logo azzurro SeeYouSurf su maglietta, cappellino e bandierina, in questo modo i surfisti sanno che chi li sta fotografando caricherà le immagini in piattaforma e potranno con calma andare a cercarsi ed acquistare eventuali foto; online sul sito seeyousurf.com gli album fotografici sono facilmente rintracciabili e ogni surfista può anche scoprire onde nuove da esplorare in tutto il mondo, perfette per la prossima surfata e il prossimo scatto epico.

“Le potenzialità di Seeyousurf sono davvero notevoli, ogni spot, ogni surfata, ogni singolo giorno di presenza sulla spiaggia, può essere l’occasione di scattare foto memorabili – aggiunge Gherardo – Questo perché nel surf il terreno di gioco cambia in continuazione: ogni onda è uguale solo a se stessa, esattamente come ogni secondo che trascorre è diverso da tutti gli altri. In ogni istante della propria vita, ogni surfista ha perfettamente chiaro, in un angolo del cervello, che mentre dorme, mangia o lavora, da qualche parte nel mondo ci sono onde che frangono inesplorate. Ogni onda lasciata andare è un’onda sprecata, irrecuperabile come un istante perduto: non ce ne sarai mai un’altra uguale. Questa consapevolezza e la voglia di trovare spot sempre nuovi è quello che ci spinge verso questo progetto”.

Il team di SeeYouSurf

SeeYousurf ha alle spalle un team di appassionati surfisti italiani che ricorda un po’ i personaggi di Don Wislow: democraticamente schierati sulla spiaggia all’ora dei gentiluomini o in tempo per la pattuglia dell’alba e pronti ai posti di comando, una volta concluso l’appuntamento con la tavola. Gherardo Marchelli, si occupa di editoria, Alessio Murroni è un esperto di telecomunicazioni, il fratello di quest’ultimo – Andrea – lavora in una multinazionale della consulenza aziendale, Nicola Lampugnani è un affermato pubblicitario.

Insieme hanno avviato SeeYouSurf come una start-up innovativa, unica in Italia, e creato una vera community di appassionati in cerca di onde, momenti memorabili e occasioni di lavoro per fotografi professionisti o amatoriali.

“Abbiamo creato SeeYouSurf proprio come un surfista affronta il mare con una tavola – afferma Nicola Lampugnani, co-founder della piattaformacon un pizzico di follia ma conoscendo bene lo spazio in cui ci stavamo muovendo. Ognuno ha contribuito con la propria professionalità e competenza a formare il progetto amando profondamente ciò che stavamo creando. D’altronde il surf è così… anche quando le onde sono alte trenta centimetri, significa sentire sulla propria pelle (letteralmente) l’energia che si propaga nell’acqua da costa a costa. Il surf è un ottimo maestro quando si tratta di insegnare concetti elementari: rapporti tra uomo e natura, l’irreversibilità del tempo, la necessità di contare soprattutto su se stessi. Galleggiare a cento metri dalla costa, in una fredda giornata invernale, con le gambe immerse nell’acqua ai due lati di una tavola, significa trovarsi nelle condizioni ideali per lasciarsi impartire questo genere di lezioni”.

 

SeeYouSurf, i numeri e la crescita

I primi passi SYS li ha mossi nel 2018 e grazie a un costante lavoro di perfezionamento, oggi si presenta come una piattaforma strutturata e pronta a crescere ancora. Con quasi 260.000 foto caricate e oltre 5000 vendute, 8500 utenti registrati, 150 fotografi attivi e spot fotografati in tutti e 5 i continenti, SeeYouSurf è a tutti gli effetti il primo hub italiano di scambio fotografico che ha reso possibile un match continuo, sicuro e funzionale tra utenti e fotografi. In media vengono caricati dai 20 agli oltre 40 album fotografici ogni mese a seconda della stagione e delle mareggiate favorevoli e il sito registra oltre 80.000 visualizzazioni al mese.

SeeYouSurf è un servizio aperto a fotografi professionali o amatoriali, tutti possono caricare i propri scatti, in questo modo la piattaforma ha saputo cogliere il desiderio del surfista di rivedersi in quell’attimo unico e irripetibile sulla cresta dell’onda e collegarlo facilmente a chi sulla sabbia scattava quel mitico click, per lavoro o per hobby.

Nel 2021, SeeYouSurf si prepara a crescere con un potenziamento della piattaforma, un refresh della comunicazione social e l’avvio di una relazione con i media, con l’obiettivo di aumentare la visibilità della piattaforma e il progressivo aumento di fotografi e surfisti che creino una community glocal sempre più popolosa. Lo step successivo sarà quello di diventare una piattaforma multisport per ospitare album fotografici di nuovi sport estremi, sia acquatici come il kite surf, che terrestri come lo snowboard o la bike.

Turismo consapevole e micro economie virtuose

SeeYouSurf ha conquistato tutti i principali spot italiani, moltissimi tra gli spot europei più frequentati in Spagna, Portogallo, Francia e Regno Unito e spot internazionali tra cui US, Messico, Brasile, Indonesia, Australia, Sudafrica, tanto per citarne alcuni.

“Vogliamo implementare ulteriormente l’internazionalità della piattaforma – afferma Alessio Murroni, co-founder di SeeYouSurf – perché la presenza di SYS in alcuni spot esteri ha un grande potenziale per stimolare nuove modalità di turismo consapevole. SYS può in effetti generare nuove opportunità di crescita per fotografi locali con mezzi limitati che vivono in paradisi naturali dove è più difficile affermarsi.”

Negli spot esteri meno ricchi ma molto conosciuti e frequentati da surfisti internazionali, come Senegal, Marocco, Bali, Indonesia, fare fotografie e vendere su SeeYouSurf può diventare una fonte di guadagno interessante per i locals. L’estrema facilità di creare community e utilizzare il sito per il matching tra surfisti e fotografi può generare in questi paesi una micro economia virtuosa che SeeYouSurf vuole implementare e appoggiare sempre di più. La piattaforma, quindi, si rivela un sistema scalabile e aperto che accomuna chi ama scattare e chi ama cavalcare the perfect wave, e che presto potrebbe volare verso nuovi “lidi”, non solo quelli sabbiosi del surf, ma anche quelli rocciosi del downhill, i pipe innevati dello snowboard, i fiumi tumultuosi del kayak… gli attimi sportivi da fissare su una fotografia sono infiniti, così come la passione che lega a questi sport adrenalinici.

5 CURIOSITA’ SUL SURF

  1. È lo sport più antico e regale del mondo

Non si conosce con certezza la sua origine, ma esistono testimonianze preistoriche a Chan Chan in Perù, datate più di 5 milioni di anni fa, che raffigurano uomini mentre surfano. Sicuramente è riconosciuto come lo “sport dei re” perché veniva praticato dai nobili polinesiani e hawaiani che si sfidavano mettendo in gioco il proprio onore.

  1. L’onda più grande mai surfata

Nel 2018 il surfista portoghese Hugo Vau cavalca “Big Mama”, un muro d’acqua alto, si stima, 35 metri, secondo molti l’onda più grande nella storia di questo sport. Risale a febbraio 2020 invece il record femminile. L’ha conquistato Maya Gabeira, surfista brasiliana, surfando un’onda di 22,4 metri sempre a Nazarè. Sette anni prima, tentando la stessa impresa Maya, aveva rischiato di perdere la vita.

  1. La più grande collezione di tavole da surf

Donald Dettloff possiede più di 640 tavole da surf che ha utilizzato per creare le recinzioni delle sue proprietà tra Hawaii e USA. Tutto iniziò negli anni ’90 quando, in previsione di un uragano in arrivo, Donald decise di legare le tavole da surf alla recinzione per evitare che volassero via.

  1. Le mute antisqualo

Esistono mute con speciali strisce bianche e blu che secondo alcuni scienziati e progettisti dovrebbero allontanare gli squali, confondendo la vista dell’animale e rendendo il surfista praticamente invisibile agli occhi del predatore.

  1. Un giorno dedicato al surf

Il 20 giugno è il giorno internazionale del surf, appuntamento nato nel 2005 per celebrare questo sport e la sostenibilità delle risorse oceaniche. Quest’anno assume un significato davvero importante visto il debutto del surf tra le discipline Olimpiche ai giochi di Tokyo.

Per maggiori informazioni su SeeYouSurf:

Sito web: www.seeyousurf.com

Facebook1www.facebook.com/SeeYouSurf;

Facebook2https://www.facebook.com/SEEYOUSURF.COM.SURF

Instagram: https://www.instagram.com/seeyousurf_/ @seeyousurf_

DCIM100MEDIADJI_0093.JPG

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità