Home Prodotti Tavole Nuovo SUP Race made in Toscana
Pubblicità

Nuovo SUP Race made in Toscana

0

Aurelio Verdi di AV-Boards ci presenta la sua nuova creatura dedicata al SUP RACE.

Aurelio: “Finalmente siamo lieti di presentare il primo AVBOARDS SUP RACE 14’00’’x 24’’, c’è voluto un po’ per trovare un ottimo team e poterlo riunire per cominciare a sviluppare la prima tavola.
Anche se AVBOARDS nasce solamente un anno fa, la mia esperienza come shaper nel Sup Race è oramai pluriennale, e ho potuto raccogliere tutte le migliori informazioni per poter cominciare un progetto per me molto importante.

Grazie all’aiuto ed il supporto di Duccio Lazzerini, team rider, promoter e collaboratore nello sviluppo, e grazie ad Andrea Fazio team rider e water man, siamo riusciti a partire con i primi modelli 14’0’’, in lavorazione abbiamo messo anche il 12’6’’, ma ancora è top secret.

La nuova race 14” è leggerissima e solida, con un volume di 302 lt, costruita con tecnologia Carbon Sandwich. Ciò che abbiamo voluto creare era il mix perfetto tra la massima performance, il massimo del controllo e stabilità in ogni condizione, abbiamo cercato di tenere la tavola bilanciata con uno scavo alto fino a 4,5 cm rispetto al bordo, per tenere un baricentro ancora più vicino all’acqua. Questa importante scelta è stata fatta per dare alla tavola una maggiore stabilità e per non caricare eccessivamente sulle gambe del rider, inoltre permette una maggiore flessibilità, data anche dalla disposizione del carbonio sulla tavola.

Il bottom shape è concave, decrescente verso il nose, così da avere una linea d’acqua centrale più piatta rispetto al bordo, che rimane ben angolato, grazie ad un bele che lo circonda da poppa a prua. Il bordo ed il volume di prua hanno la capacità di tenere alto il nose e fuori dall’acqua anche in caso di chop, mantenendo un entrata pulita e fluida così da permettere al rider di concentrarsi esclusivamente sulla pagaiata. Il deck nose è a V, in modo da fare scorrere velocemente gli schizzi d’acqua.”

 

 

Articolo precedenteA Porto Ferro il surf è rosa: ecco il Girl surf power
Articolo successivoPirelli rientra nel ciclismo
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità