Home Surf News Surf e TV: cresce l’interesse, ecco le novità in vista!

Surf e TV: cresce l’interesse, ecco le novità in vista!

0

Aumenta l’interesse dei grandi media verso i surfisti Italiani: molti i programmi in onda, ed ora il Grande Fratello strizza l’occhio su un surfer nostrano…

Negl’ultimi anni è costantemente cresciuto l’interesse da parte dei grandi media verso il surf, un po’ perchè le onde sono uno spettacolo unico agl’occhi di tutti, un po’ perchè la scena surf Italiana è cresciuta notevolmente guadagnando sempre maggiore visibilità.

sergio volpini gf 4surf Sergio Volpini su una sinistra dalle parti di Ancona

Ricorderete tutti l’esperienza di Sergio Volpini, surfer e sup rider anconetano che ha partecipato alla prima edizione del grande fratello nell’ormai lontano 2000. Negl’anni a seguire i grandi media generalisti hanno cominciato a dare sempre più spazio al surf da onda sia nell’ambito dei programmi TV sia nel campo della pubblicità: se vogliamo citare qualche esempio ricorderete tutti lo spot estathè di pochi mesi fa (GUARDALO QUI), la rubrica In Action su Studio Aperto, il programma Vip on Board ideato nel 2011 o la più recente serie tv di MTV Surfers, in cui tre giovani riders di Genova (Carlo, Federica e Alessio) vivono diverse avventure alla ricerca del budget indispensabile per realizzare il loro sogno di volare in Australia.

point-break-remake-release-date 4surf

La visibilità sta crescendo anche nell’ambito cinematografico, stando ai numerosi film realizzati e tradotti in lingua Italiana. Ve ne elenchiamo qualcuno passato e recente, suggerendovi di guardarlo qualora non l’aveste ancora fatto: Un mercoledì da leoni (cult dei cult, 1978), North Shore (anni 80, con Nia Peeples), The Endless Summer (1966), Chasing Mavericks (2012), La Polinesia è sotto casa (ambientato ad Ancona, nella riviera del Conero), Blue Crush, Drift – Cavalca l’onda, Soul Surfer (che racconta la storia di Bethany Hamilton), Surfer, Dude (con Matthew McConaughey), Point Break (1991) e Surf’s up – i re delle onde (bellissima pellicola d’animazione).

Alessandro Piu su una bomba Sarda... Alessandro Piu su una bomba Sarda… Ph: Metallier

Ma tornando al presente nostrano, le novità degl’ultimi giorni ci arrivano dagli studios di Roma, sede del noto programma “Grande Fratello“: lo scorso luglio Alessandro Piu è stato contattato dai produttori che, incuriositi, lo hanno invitato a Roma per fare un lungo colloquio. Dalle informazioni che ci sono giunte c’è tutta l’intenzione di portare agl’occhi della TV moderna nuove facce e nuove realtà che rinfreschino la scena televisiva, ed è forse per questo che Ale Piu ha attirato la loro attenzione. Fra le tante domande poste all’atleta anche quella più difficile: saresti in grado di stare nella casa 2/3 mesi senza surfare? Ovviamente la risposta è stata No, anche se con qualche onda artificiale nei paraggi probabilmente ci riuscirebbe…

surfers-gruppo_684 Carlo, Federica e Alessio, protagonisti della serie Surfers in onda su MTV

Al di la del livello di simpatia verso questo genere di programmi la notizia può essere vista in maniere molto positiva: il nostro sport (o meglio stile di vita, o ancor meglio attitudine mentale) sta affascinando sempre di più l’extra settore dei media e ciò potrebbe portare notevoli miglioramenti dell’attuale difficile situazione del surf in Italia.

piu_armani 4surf Ale Piu e Giorgio Armani durante la settimana della moda a Milano

Qualche anno fa Alessandro Piu venne invitato da Armani come ospite speciale durante la settimana della moda, successivamente fece diverse apparizioni televisive come a “quelli che il calcio” o interviste in una tv nazionale spagnola.
Sarà probabilmente il boom dopo l’incontro tra tra Mick Fanning e lo squalo durante la finale WSL, sarà che Leonardo Fioravanti ha innalzato il surf competitivo ad un livello internazionale senza precedenti, o sarà semplicemente che molte più persone iniziano a comprendere il fascino del surf da onda…ma resta il fatto che questo incontro fra mondi apparentemente molto diversi può tramutarsi un una bellissima boccata d’ossigeno per far vivere e crescere un settore che senza dubbio meriterebbe molta più visibilità.