Pubblicità

Surf Lakes: l’onda artificiale presenta la nuova secca

0

Seguiamo Surf Lakes sin dalla nascita del progetto, folle quanto visionario, che ha portato alla realizzazione della laguna con il più alto numero di break nell’innovazione dei surf park.
Chi ancora non conoscesse la wave pool 100% australiana può scoprirne i dettagli nei nostri vari articoli redatti in passato (QUI, QUI, QUI, QUI, QUI e molto altro ancora navigando nel nostro sito).
In sintesi si tratta della prima wavepool al mondo che sfrutta un sistema di generazione simile a quello degli swell (immagina un gigantesco sasso lanciato in mezzo all’oceano, come citava qualcuno nel film “La Grande Onda“): un grosso pistone al centro della laguna imprime una pressione nell’acqua, generando onde concentriche e circolari che, propagandosi, incontrano 5 secche producendo 10 onde contemporaneamente (ogni secca è un picco a-frame), proprio per questo la tecnologia si chiama “5 waves”.

Di recente la struttura è stata chiusa per dei lavori volti ad ottimizzare il sistema, che a prima vista può sembrare piuttosto grottesco. Durante questi lavori la secca nominata The Beach Break, situata sul lato opposto della famosa The Island (lo Slab più potente e tubante della wavepool), è stata rimodellata nel fondale dando vita ad un reef con risultati davvero notevoli.
Nel video di questo articolo puoi ammirare la nuova onda, decisamente più grande in altezza, più lunga e meglio shapata, che offre una parete perfetta ideale per surfisti intermedi e longboarders.
L’onda presenta una spalla sempre aperta e piuttosto ampia, in grado di ospitare anche due surfisti contemporaneamente.
L’ambassador di Surf Lakes Luca Doble ha testato l’onda nel video insieme alle sue due amiche Charlotte Lethbridge e Aaron Hughes, tutti rigorosamente in longboard.

La tecnologia Surf Lakes promette oltre 2.000 onde l’ora, bassissimo tempo d’attesa riuscendo a contenere fino a 200 surfisti contemporaneamente, onde tra le più alte presenti nel mercato delle wavepool (fino a 2.4 m) e condizioni offshore tutto l’anno per almeno due onde della laguna, essendo i vari break posizionati in senso circolare.
In questo momento contiamo circa 300 indagini di mercato effettuate per realizzare Surf Lakes nel mondo, di queste 11 vengono dall’Italia.

Scopri di più su: www.surf-lakes.com.au

 


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui